Giornata mondiale contro la violenza sulle donne
Giornata mondiale contro la violenza sulle donne
Associazioni

A Matera la giornata contro la violenza sulle donne

L'associazione Khaleh scende in piazza e coinvolge tutta la cittadinanza

La giornata mondiale contro la violenza sulle donne avrà una sua manifestazione anche a Matera.

Grazie all'impegno dell'associazione Khaleh lunedì 25 novembre sarà un giorno importante, per combattere il fenomeno e farlo conoscere, anche nella città dei Sassi. Oltre all'adesione all'evento nazionale "Sciopero non basta", saranno organizzate diverse attività che hanno già attirato l'attenzione di diverse realtà, sia scolastiche che associative, le più disparate, ma anche la curiosità dei cittadini che saranno di passaggio per le vie del centro città.

"C'è un grande fermento intorno alla manifestazione - ha spiegato Brunella Calia, tra le fondatrici dell'associazione Khaleh - Una partecipazione bella e spontanea che neppure noi ci aspettavamo. Senza dubbio sarà un momento aggregativo e riflessivo importante, che aprirà la nostra presenza alla città, anche per far conoscere a tutte le donne che in città hanno bisogno d'aiuto, che esistiamo e siamo sul territorio".

Un aspetto non trascurabile per chi, pur avendo bisogno della collaborazione e della vicinanza di altre persone, non trova il modo di farsi aiutare. "Noi siamo innanzitutto un centro d'ascolto, e ci troviamo in vico IV Novembre 5 - ha ripreso Calia - E lavoriamo per trovare insieme alla vittima di violenze una strada, un percorso di reinserimento nella società. Ogni donna è libera di fare la propria scelta e la consulenza psicologica e psicoterapica che offriamo diviene sempre più importante per una collaborazione e un processo di partecipazione da parte della donna che ha bisogno di noi".

Nei primi otto mesi di attività, l'associazione ha già iniziato ad operare direttamente. "Attualmente abbiamo in carico tre donne che seguono il percorso da noi suggerito - ha sottolineato Brunella Calia - E trovo molto positiva anche la grande adesione che si è verificata in questa manifestazione, per poter rilanciare con forte risonanza la nostra presenza e la nostra volontà di aiutare tutte le donne che necessita di collaborazione".

La partenza del corteo che aprirà la manifestazione contro la violenza sulle donne, è fissata per le 17 da piazza Vittorio Veneto. Sarà una serata ricca, con la musica del Conservatorio di Matera e dai bambini della Minozzi. Il corteo diventerà un momento di riflessione forte e sentito, con striscioni e slogan da rilanciare per condannare la violenza.

Giunti in piazzetta Pascoli spazio al flash mob a tema coordinato da Nicola Festa; dunque, ci saranno le letture e le riflessioni sul tema della violenza contro le donne predisposti dagli studenti delle scuole Pascoli, Torraca, Festa, Marconi, e dalle studentesse del liceo artistico Carlo Levi nell'area antistante la libreria Dell'Arco; in contemporanea anche lo svolgimento di attività di espressione corporea a cura di Valeria Galante edella "Al Jalil Yoga; inoltre, la performance di danza a cura di "La Fenice"

Ma non finisce qui. Grazie all'ampia partecipazione delle scuole e delle associazioni, ci sarà spazio anche per la proiezione di video, le letture e gli interventi di altre studentesse del liceo artistico C. Levi, e di esponenti delle diverse associazioni Tolbà, Khalèh Onlus e Lucia Maffei, oltre ad un secondo flash mob, misto all'esibizione di Capoeira a cura dell'associazione LembrançaNegra.

Infine, momento cult della serata, la letura del testo di Cristina Comencini, "L'amavo più della sua vita", momento teatrale di rara bellezza, che l'autrice ha concesso di leggere pubblicamente. La lettura sarà a cura di Nadia Casamassima e Marco Bileddo. In piazza Pascoli, inoltre, saranno esposte le installazioni di Teresa Lupi e i lavori delle scuole inerenti il tema della lotta alla violenza contro le donne.
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.