allarme truffa parroci
allarme truffa parroci
Vita di città

Allarme truffa ai parroci, messaggio dei notai di Matera

Dopo segnalazioni, il Consiglio Notarile mette in guardia su possibili raggiri

"Parroci, diffidate di chi per telefono, spacciandosi per notaio, vi chiede il versamento di somme in danaro a titolo di imposte e tasse per poter procedere alla successiva pubblicazione di testamenti con lasciti a favore della Chiesa, perché si tratta di una truffa".

A denunciare gli episodi, dopo le segnalazioni pervenute da numerosi parroci della città dei Sassi, è stato il Consiglio Notarile di Matera.

L'organo di rappresentanza dei notai materani ha voluto mettere in guardia i prelati da eventuali raggiri che ignoti stanno tentando di compiere alle loro spalle nella città dei Sassi.

Infatti - spiegano dal Consiglio - "il versamento di somme al Notaio per il suo ruolo di sostituto di imposta per conto dello Stato deve essere eseguito esclusivamente nelle sue mani e nel suo studio".

Pertanto, l'invito ai parroci da parte del Consiglio notarile di Matera è quello di prendere contatto con il Notaio indicato quale Pubblico Ufficiale in possesso del testamento, segnalando gli episodi alle autorità preposte alla Pubblica Sicurezza.
  • Truffa
Altri contenuti a tema
1 Per famiglia materana vacanza rovinata da un falso annuncio on line Per famiglia materana vacanza rovinata da un falso annuncio on line Scoperto in Sicilia il responsabile di una truffa via web
Prenota vacanza in Egitto ma è una truffa on line Prenota vacanza in Egitto ma è una truffa on line Vittima una donna di Matera. Scoperta una falsa agente di viaggio
Prenota casa vacanze in Salento ma è una truffa on line Prenota casa vacanze in Salento ma è una truffa on line Un uomo di Matera ha denunciato il raggiro. Scoperto il responsabile
Attenzione alle false email della Polizia Attenzione alle false email della Polizia Possono nascondere tentativi di truffa online o pericolosi virus
Allarme truffa, Adiconsum mette in guardia da false mail Enel Allarme truffa, Adiconsum mette in guardia da false mail Enel Segnalate e-mail dal contenuto ingannevole
Gonfiava il suo stipendio, denunciato un dipendente della Provincia Gonfiava il suo stipendio, denunciato un dipendente della Provincia Il 55enne, istruttore amministrativo, si era accreditato già oltre 6mila euro più del dovuto
Risarcimento danni, condannati ex promotore e BPPB Risarcimento danni, condannati ex promotore e BPPB 415.000 euro da rimborsare a tre risparmiatori
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.