cofidi.it
cofidi.it
Territorio

Anche nell’emergenza COFIDI.IT c’è, misure di sostegno alle imprese

Per ridurre l'impatto della crisi Covid-19

Anche nell'emergenza COFIDI.IT c'e' ed è sempre dalla parte delle imprese. In particolare in questo momento di grande difficoltà nazionale, provocata dall'emergenza sanitaria COVID\19, COFIDI.IT è pronto a sostenere le esigenze di nuove richieste di credito delle piccole e medie imprese del territorio, con la forza della propria garanzia e le convenzioni con tutti gli Istituti di credito nazionali e territoriali.

COFIDI.IT è pronto a supportare le imprese in difficoltà a seguito della temporanea chiusura dell'attività o del rallentamento della stessa, dovuta all'emergenza sanitaria in corso, offrendo consulenza gratuita:
Le imprese che hanno necessità di assistenza e informazioni su finanziamenti bancari erogati anche senza garanzia COFIDI.IT possono contattare le nostre sedi sul territorio, operative in modalità smart working.

Le imprese socie che hanno in essere un finanziamento erogato con la garanzia COFIDI.IT possono chiedere la sospensione rate finanziamento, ai sensi dell'art. 56 del decreto-legge n. 18 del 17/03/2020 (recante misure di potenziamento connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19), nelle seguenti due opzioni: la sospensione del pagamento delle intere rate di finanziamento (quota capitale e quota interessi) in scadenza sino al 30/09/2020, oppure la sospensione del pagamento della sola quota capitale delle rate di finanziamento in scadenza sino al 30/09/2020;

In alternativa alla sospensione delle rate le imprese possono usufruire della moratoria, prevista dall'Accordo tra ABI e le Associazioni di impresa, con cui è stata estesa ai prestiti concessi fino al 31 gennaio 2020 la possibilità di chiedere la sospensione o l'allungamento. La moratoria è riferita ai finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese danneggiate dall'emergenza epidemiologica "COVID-19". La sospensione del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti può essere chiesta fino a un anno.

Tutti gli uffici COFIDI.IT, quindi, sono operativi in modalità smart working, per garantire la continuità lavorativa di tutta la struttura e proseguire la regolare erogazione di servizi alle imprese. Vi invitiamo, pertanto, a contattarci telefonicamente, tramite cellulare o via mail per le vostre esigenze di credito (https://www.cofidi.it/it/filiali/).
  • COFIDI.IT
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Credito alle imprese: la sfida dell'innovazione di Cofidi.it e CNA Credito alle imprese: la sfida dell'innovazione di Cofidi.it e CNA Proseguono gli incontri di presentazione. Nuove tappe a Taranto e Lecce
Strutture socio-assistenziali a rischio a Matera Strutture socio-assistenziali a rischio a Matera Il sindaco Bennardi preoccupato per il mancato accreditamento
Cofidi.it e Cna lanciano nuova sfida per credito imprese Cofidi.it e Cna lanciano nuova sfida per credito imprese A Bari presentati strumenti e misure di incentivazione
La sfida dell'innovazione per le imprese pugliesi La sfida dell'innovazione per le imprese pugliesi Cofidi.it e Cna presentano i nuovi strumenti di incentivazione
Inchiesta sulla sanità: assolto ex presidente Pittella Inchiesta sulla sanità: assolto ex presidente Pittella Arrestato nel 2018, poi si dimise
Malattie rare: per i pazienti in Basilicata maggiore assistenza Malattie rare: per i pazienti in Basilicata maggiore assistenza Le novità del servizio sanitario regionale
ASM: ripristinati i sistemi sanitari telematici dopo gli attacchi hacker ASM: ripristinati i sistemi sanitari telematici dopo gli attacchi hacker Quasi due settimane di lavoro dell'Agenzia per la sicurezza nazionale
Bambini con bisogni speciali, protesta dei genitori Bambini con bisogni speciali, protesta dei genitori Interrogazione di Cifarelli in Consiglio regionale
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.