Area industriale di Jesce
Area industriale di Jesce
Territorio

Aree industriali Jesce e La Martella, 500mila euro dalla Regione

Fondi per finanziare infrastrutture. A breve la firma dell’accorto attuativo

Sono già pronti e a disposizione delle due aree industriali di Matera i 500mila euro stanziati dalla Regione per migliorare le infrastrutture delle zona industriale di Jesce e quella de La Martella. Manca solo la firma dell'accordo per portare a termine l'operazione di qualificazione dei servizi infrastrutturali a diretto supporto delle imprese nelle due aree industriali.

A darne notizia è stato l'assessore regionale alle Attività produttive Francesco Cupparo, che ha già socializzato i termini dell'accordo con il sindaco di Matera Domenico Bennardi e dell'Amministratore Unico del Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Matera, Rocco Salvatore Fuina.

Dopo che sarà siglato l'accordo attuativo si potrà procedere alla riqualificazione delle infrastrutture di supporto alle attività industriali già insediate ed a quelle che, invece, si insedieranno, con interventi come ad esempio strade e svincoli a servizio degli opifici esistenti, ma anche opere per la captazione, trattamento e recapito delle acque meteoriche.

Con questo finanziamento- spiega l'assessore regionale- si vuole garantire "il sostegno al riposizionamento competitivo delle presenze imprenditoriali nelle aree industriali di Jesce e La Martella e l'attrazione di nuovi investimenti produttivi con la rivitalizzazione dell'area sia a favore di attività esistenti che di quelle che si insedieranno in futuro".

Anche perché- ha continuato Cupparo- "le aree industriali di Jesce e La Martella rappresentano il fulcro industriale infrastrutturale attraverso il quale attivare il ruolo di 'cerniera' tra Basilicata e Puglia, un ruolo strategico che si rafforza con l'attivazione della Zona Economica Speciale interregionale tra Puglia e Basilicata".

Un intervento importante, in una fase delicata per l'economia, con l'operazione che fornirà un utile supporto alle industrie delle aree interessate, "anche alla luce della sfida che ci attende nel post Covid-19"- conclude l'assessore regionale alle attività produttive.
  • Attività produttive
  • Jesce
  • Aree industriali
  • Infrastrutture
Altri contenuti a tema
Rilancio dell'area industriale di Jesce e della ferrovia dismessa Rilancio dell'area industriale di Jesce e della ferrovia dismessa Il progetto delle Regioni Puglia e Basilicata
Mermec Ferrosud: a Jesce si respira aria nuova, grande rilancio Mermec Ferrosud: a Jesce si respira aria nuova, grande rilancio Commesse produttive estere per la produzione di nuovi treni
Un patto per lo sviluppo e il rilancio della Val Basento Un patto per lo sviluppo e il rilancio della Val Basento Lo firmano i Comuni, la Regione e le categorie
Pubblica illuminazione, completati lavori in aree industriali Pubblica illuminazione, completati lavori in aree industriali A Jesce e La Martella
Infrastrutture lucane: incontro a Roma con ministro Salvini Infrastrutture lucane: incontro a Roma con ministro Salvini Affrontati i temi della viabilità regionale e della frana di Maratea
Aism: "la Regione Basilicata frena Matera e Provincia" Aism: "la Regione Basilicata frena Matera e Provincia" Dopo incontro tra Anas, Regione e Provincia per l'Aism sono evidenti privilegi al potentino sulle infrastrutture
Viabilità e infrastrutture, il Consiglio stabilirà criteri e ricognizione Viabilità e infrastrutture, il Consiglio stabilirà criteri e ricognizione Braia (Iv): “Matera-Metaponto e Matera-Ferrandina siano priorità”
Ferrovia Matera- Ferrandina, Braia invia documenti a Bellanova Ferrovia Matera- Ferrandina, Braia invia documenti a Bellanova La richiesta di prolungamento della linea verso dorsale Adriatica consegnata alla Vice ministro Teresa Bellanova
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.