Acquedotto Lucano
Acquedotto Lucano
Enti locali

CONFAPI Matera chiede incontro con l’Acquedotto Lucano

Si chiede maggiore attenzione verso il tessuto imprenditoriale lucano

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
"Maggiore attenzione per la piccola e media impresa locale. Questo è il messaggio che il nuovo presidente degli Edili di Confapi Matera, Claudio Nuzzaci, intende portare avanti nel triennio del suo mandato, perché il tessuto imprenditoriale lucano dell'edilizia non sia più relegato al ruolo di comprimario ma diventi protagonista dello sviluppo del territorio.

Per questo motivo - si legge in una nota di Confapi Matera - la prima decisione presa dal Consiglio Direttivo della Sezione Edili è stata quella di chiedere un incontro alle principali stazioni appaltanti della regione per un confronto costruttivo sui programmi di investimento e di sviluppo.

Grazie alla disponibilità dell'amministratore unico di Acquedotto Lucano, Michele Vita, giovedì 2 febbraio alle ore 15,30 presso la sede di Matera dell'Edilcassa di Basilicata (via Annibale Maria di Francia n. 32), gli imprenditori di Confapi Matera incontreranno i responsabili della principale stazione appaltante della regione per un'illustrazione del piano degli investimenti che la Società acquedottistica dovrà realizzare nei prossimi mesi".

"Chiederemo ad Acquedotto Lucano – spiega Nuzzaci – quali sono le opere che dovrà realizzare nel prossimo futuro e quali le risorse finanziarie di cui dispone. Faremo presente, inoltre che, per evitare quanto accaduto con i recenti appalti di manutenzione dell'Anas, è opportuno che gli appalti siano fatti per lotti di minori dimensioni e a misura di pmi, perché i macro lotti di fatto ci tagliano fuori dalla partecipazione alle gare, se non come subappaltatori o fornitori dei grandi gruppi. Infine chiederemo ad AL garanzie sui tempi dei pagamenti, memori del passato in cui la Società accumulava debiti per ritardati pagamenti verso le imprese che effettuavano lavori di manutenzione e che, quindi, andavano in sofferenza".

"Nel nostro territorio – conclude il presidente degli Edili di Confapi Matera – il settore edile soffre, da un lato, della riduzione degli investimenti pubblici e, dall'altro, della ristrettezza del credito bancario, per cui diventa fondamentale riavviare un circuito virtuoso in cui le pubbliche amministrazioni mandino in gara tutti i progetti pronti e, nel contempo, paghino con puntualità i corrispettivi degli appalti, così da ridurre le esposizioni bancarie delle imprese. Ringraziamo l'ing. Vita e Acquedotto Lucano per l'opportunità di confronto e di dialogo che ci offrono".
  • Confapi Matera
  • Acquedotto lucano
Altri contenuti a tema
Decreto semplificazione: manca la statale 7 Decreto semplificazione: manca la statale 7 Confapi la vuole tra le opere strategiche da realizzare
Estrazione inerti fluviali, alla Regione qualcosa di muove Estrazione inerti fluviali, alla Regione qualcosa di muove Confapi: “Abbiamo formulato alcune proposte che ora attendono risposta”
Sale ricevimento, occorrono interventi urgenti Sale ricevimento, occorrono interventi urgenti Confapi Matera scrive alla Regione in rappresentanza di dieci ditte
Confapi, nessuna risposta da assessore regionale all'ambiente Confapi, nessuna risposta da assessore regionale all'ambiente “Da oltre 6 mesi chiesto un incontro a Rosa"
Confapi: decreto rilancio toglie risorse per sicurezza lavoro Confapi: decreto rilancio toglie risorse per sicurezza lavoro Preoccupazione da parte dell’associazione delle piccole e medie industrie
La Confapi ricorda il direttore Franco Stella La Confapi ricorda il direttore Franco Stella Nel primo anniversario della scomparsa, intitola la sala conferenze
Associazioni di categoria contro l'amministrazione comunale Associazioni di categoria contro l'amministrazione comunale Duro atto di accusa: l'operato è stato giudicato "fallimentare"
Acquedotto lucano, pagamenti a rate e senza interessi mora Acquedotto lucano, pagamenti a rate e senza interessi mora Per emergenza coronavirus. Per fasce deboli c'è un bonus idrico
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.