bando per imprese
bando per imprese
Bandi

De Salvo, imprese interessate a mini PIA

Nella sede di Confapi, a Matera, l’assessore Cifarelli traccia le linee di sviluppo programmate dalla Regione Basilicata

63 milioni di euro per 5 avvisi pubblici.
Questi i numeri dei bandi regionali per le imprese. A presentarli ad una affollata platea, riunitasi presso la sede della Confapi di Matera, c'erano l'assessore regionale alle politiche dello sviluppo, Roberto Cifarelli e il dirigente del dipartimento regionale, Giuseppina Lovecchio.
Le linee di sviluppo programmate dalla regione riguardano Piani di Sviluppo Industriale da attuare attraverso i Pacchetti Integrativi Agevolativi (i cosiddetti Mini PIA); bando per le imprese artigiane; Destinazione Giovani e Destinazione Over 35, oltre agli incentivi per il commercio al dettaglio.
Tutte linee di investimento a forte attrattiva, anche se -a detta del padrone di casa, il Presidente della Confapi Matera, Massimo De Salvo- l'attenzione degli imprenditori lucani sembra, in questo momento, focalizzata sui mini PIA.
Un bando destinato alle micro, piccole e medie imprese, per implementare la competitività e l'efficienza di tutto il territorio, attraverso la creazione di nuove iniziative imprenditoriali, oppure per il rafforzamento delle imprese esistenti.
Per i mini PIA l'amministrazione regionale lucana ha stanziato circa 27 milioni di euro, ma forse, a giudicare dall'interesse che gli imprenditori hanno dimostrato per il bando della Regione Basilicata, non sono sufficienti.
"Abbiamo rilevato un grande interesse verso questa misura, a dimostrazione che la voglia di investire delle Piccole e Medie imprese sta salendo, perché vogliamo superare la crisi"- ha sottolineato De Salvo.
Motivazioni che hanno portato la Confapi a chiedere all'assessore Cifarelli di incrementare le somme destinate al bando mini PIA, "Solo così, si potrà sostenere la tendenza a investire che, come prevediamo, nel 2018 e 2019 aumenterà ancora".
"Come conferma il rapporto Svimez, da noi gli investimenti privati sopperiscono a quelli pubblici"- sottolinea De Salvo, riprendendo il discorso sugli investimenti nel Mezzogiorno affrontato dal ministro del Sud, Barbara Lezzi.
E bisogna correre quanto prima ai ripari, perché i segnali di ripresa sono deboli, le imprese non assumono, pur essendoci i presupposti per farlo. E allora, come intervenire? Non ci sono ricette o formule magiche, bisogna lavorare.
"Occorre ancora lavorare per creare le condizioni perché le imprese assumano- conclude il presidente di Confapi Matera-, i presupposti però ci sono e noi siamo fiduciosi. Possiamo farcela, se la spesa pubblica sarà realmente efficiente".
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.