Treno FAL
Trasporti

Fal: da lunedì in vigore i nuovi orari

Pendolari sul piede di guerra

Da lunedì 4 giugno sulla rete ferroviaria delle Ferrovie Appulo Lucane entra in vigore il nuovo orario.

L'obiettivo dichiarato dall'azienda è quello di limitare i disagi agli utenti causati dai numerosi cantieri ferroviari in atto per i lavori di potenziamento e raddoppio della linea Bari - Matera.
Obiettivo che non ha convinti i fruitori del servizio soprattutto il Comitato Fal…le Migliorare secondo cui il nuovo quadro orario cambia, in peggio, le condizioni di viaggio.
"Un esempio su tutti: per percorrere i 70 km che separano Bari da Matera, i treni delle Ferrovie Appulo Lucane, d'ora in avanti, impiegheranno fino a più di 2 ore" denunciano i pendolari.
"Il comitato è ben a conoscenza dei lavori in corso sull'infrastruttura, che determinano rallentamenti dei treni e riduzione delle capacità dell'infrastruttura (causate ad esempio dalla mancanza del binario di precedenza a Modugno), ma, a nostro parere, non è accettabile che l'azienda decida unilateralmente di mantenere treni con tempi di percorrenza superiori ai tempi degli autobus sostitutivi . A tal proposito, si rammenta il Regolamento n. 1371/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2007, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario: "se il tuo treno è stato cancellato o è in ritardo, hai sempre diritto a ricevere informazioni adeguate sulla situazione mentre sei in attesa", cosa che in F.A.L., purtroppo, non accade quasi mai".

In coda l'invito trasmesso alla Presidenza FAL e alle regioni Puglia e Basilicata ad avviare un serio cambiamento degli orari dei treni, prevedendo orari cadenzati, con rinforzi consistenti nelle fasce orarie di punta, magari con il supporto di corse su gomma e la cancellazione delle corse che dal 4 giugno collegheranno Bari a Matera in due ore e sostituzione delle stesse con bus, abbassandone sensibilmente i tempi di percorrenza.
Proposte che se non dovessero essere accettate saranno causa di "mobilitazioni ed atti dimostrativi da parte degli utenti".
Della vicenda fal si sono occupati anche i consiglieri regionali del Movimento Cinque stelle Antonio Trevisi e Cristian Casili autori di un'interrogazione indirizzata all'assessore ai trasporti Antonio Nunziante in merito ai disservizi delle Ferrovie Appulo Lucane.
"Sono numerosi - dichiarano i pentastellati - i ritardi denunciati dai viaggiatori sulla linea FAL tra Bari e Matera dovuti ai numerosi cantieri aperti sulla linea, basti pensare che ce ne sono otto in corso. Il tutto a spese dei viaggiatori, costretti a viaggiare a bordo di treni sovraffollati a causa delle corse soppresse. Per questo vogliamo avere un cronoprogramma dettagliato dei lavori e sapere quali misure si intendano adottare per garantire un servizio adeguato per i passeggeri, prevedendo bus sostitutivi. Chiediamo anche alla Regione di invitare FAL a fornire informazioni tempestive agli utenti su ritardi e soppressioni".

I disagi risultano dovuti anche alle carenze tecniche del sistema SSC - Train stop, attivato sui treni delle linee tra Bari e Matera e tra Altamura e Gravina dal 21 dicembre 2017 per proteggere la circolazione da eventuali errori umani.
"Sembrerebbe - continuano i cinquestelle - che si siano verificati malfunzionamenti al sistema SSC -T tali da indurre a prescrivere di disattivare lo stesso e viaggiare alla velocità di 70 Km/h su tutta la linea. Vorremmo capire se questi problemi abbiano rallentato la marcia dei treni e se si stia facendo qualcosa per cercare di risolverli. Gli utenti hanno il diritto di avere un servizio di trasporto adeguato".
Ora non resta che aspettare risposte ufficiali dalla società.
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.