Fal: inaugurati nuovi mezzi
Fal: inaugurati nuovi mezzi
Trasporti

Fal: inaugurati nuovi mezzi

Investimenti per 9 milioni di euro

"Ferrovie Appulo Lucane è un'Azienda amministrata con onestà, trasparenza ed efficienza; ci consente di dimostrare come un'Azienda pubblica possa e debba funzionare. Oggi vengono presentati nuovi mezzi frutto del lavoro di squadra che Fal e Regione hanno condotto in questi anni. Esprimo gratitudine al Presidente Colamussi perché ha saputo fare squadra amministrando un'Azienda che non ha colori politici, ma in squadra con la Regione bada solo agli interessi della Puglia".
Con queste parole il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha inaugurato questa mattina la nuova officina Fal di Bari scalo, nove nuovi bus e tre nuove casse per treni. In totale quasi 9 milioni di euro di investimenti di fondi comunitari, nazionali, regionali, in parte rivenienti da 'Connettere l'Italia', il quadro strategico e programmatico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ma anche da investimenti diretti di Fal che ha così reinvestito parte degli utili di Bilancio degli ultimi anni.

"Quello di oggi - ha detto il Presidente Fal Matteo Colamussi - è un altro passo importante della politica di rinnovamento e di cambiamento dell'Azienda che portiamo avanti da anni grazie alla sensibilità della Regione Puglia nell'investire sul TPL pugliese e che vede l'utente al centro della nostra mission. Inauguriamo 9 nuovi autobus e tre nuove casse per treni ma anche la nuova officina ferroviaria. Con la messa in esercizio dei nuovi autobus continua ad abbassarsi l'età media del nostro parco automobilistico che nel 2008 era di 23 anni e oggi è di 8,5 anni, quasi in linea con quella europea (7 anni) e ben al di sotto della media nazionale (12 anni). Ad oggi il nostro parco bus è stato rinnovato al 73%. Il parco treni è stato rinnovato invece al 90%: negli ultimi anni sono stati acquistati da Fal 19 treni nuovi di cui 8 a tre casse e 11 a due casse e 6 casse centrali aggiuntive. Nel 2008 l'età media dei treni era di 20,8 anni oggi è di 6,4. A questo si aggiunge lo sforzo che tutta l'Azienda sta mettendo in campo per migliorare ed abbreviare i tempi di percorrenza tra Bari e Matera. Sull'intera linea ci sono ad oggi 18 cantieri aperti la cui programmazione è partita da parte nostra ben prima della designazione di Matera a capitale europea della cultura. Per noi, infatti, il 2019 è una dead-line; non un punto di partenza, ma uno stimolo ulteriore nell'impegno quotidiano per vincere una sfida importante: migliorare sempre più i servizi agli utenti per dimostrare che un'Azienda pubblica può essere efficiente, sana e competitiva anche sul mercato".

Presenti in sala il Presidente del Consiglio Regionale, Mario Loizzo; l'ex assessore regionale alla Mobilità, Gianni Giannini, numerosi consiglieri regionali, tra cui Antonella Laricchia e Mario Conca del Movimento 5 Stelle e Anita Maurodinoia del Pd.
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.