Grano
Grano
Territorio

Grano duro: prezzo cala dopo le importazioni

Coldiretti lancia l'allarme

L'ultima quotazione settimanale alla borsa merci di Foggia ha fatto registrare una sensibile diminuzione di valore del grano duro nazionale, nella misura di 60 euro alla tonnellata. Si tratta di un brusco calo di prezzo dovuto al recente arrivo al porto di Bari di 6 navi, attraccate per scaricare grano estero, a cui seguiranno altre 4 per un totale di 10 navi cariche di frumento duro proveniente da Turchia, Egitto, Malta, Romania e altri Paesi del mondo.

Al termine di un'annata agraria che a causa del conflitto armato tra Russia e Ucraina ha visto lievitare i costi di produzione degli agricoltori, costretti a sostenere rispetto al periodo pre-bellico aumenti di almeno 300 euro per la coltivazione di ogni singolo ettaro coltivato a frumento, le dinamiche di importazione commerciale del grano estero mettono in crisi il settore e impongono delle riflessioni. A lanciare l'allarme è la Coldiretti di Basilicata.

"In primo luogo - afferma il presidente della federazione provinciale di Matera, Pietro Bitonti - l'ingresso di merce estera, spesso proveniente da aree geografiche in cui non vengono previste regole di sicurezza alimentare e ambientale analoghe o quantomeno paragonabili a quelle in vigore in Italia, comporta un deficit qualitativo dell'offerta al consumo dei prodotti farinacei. Questa circostanza impone una seria riflessione sul potenziamento del sistema produttivo di filiera italiana del grano, considerando sia l'aspetto dell'autosufficienza produttiva nazionale sia quello della salvaguardia alimentare dei consumatori. In secondo luogo - continua Bitonti - una remunerazione degli agricoltori a valori 'sottocosto' è in palese contrasto con le vigenti norme di legge, in quanto la disciplina della lotta alle pratiche commerciali sleali, vieta la vendita di prodotti a prezzi inferiori rispetto ai costi di produzione. E nel contesto dell'ultima annata agraria, particolarmente onerosa per il comparto agricolo, le quotazioni al ribasso registrate la scorsa settimana potrebbero esporre al rischio di infrazione della suddetta norma. Da ultimo appare evidente la necessità di riattivare e dare rinnovato slancio alla Commissione sperimentale nazionale del grano duro, uno strumento che ha dimostrato di potere essere un valido riferimento per le borse merci locali grazie all'equo contemperamento degli interessi economici, spesso contrapposti, tra parte agricola e comparto della trasformazione industriale".

Per il direttore della provinciale della Coldiretti Matera, Vincenzo Ruggieri, "non è più tempo di speculazioni economiche, è piuttosto il momento di correggere nell'immediatezza le storture commerciali in corso e progressivamente valorizzare al meglio un sistema nazionale di produzioni di filiera".
  • Agricoltura
Altri contenuti a tema
Braia: "Grave assenza della Regione al presidio degli agricoltori" Braia: "Grave assenza della Regione al presidio degli agricoltori" E prosegue la mobilitazione: oggi trattori in marcia a Metaponto
Grande mobilitazione nel mondo agricolo in Basilicata e in Puglia Grande mobilitazione nel mondo agricolo in Basilicata e in Puglia Ieri la marcia di 300 trattori e mezzi agricoli, con base a Venusio
Delegazione di agricoltori ricevuta dal prefetto di Matera Delegazione di agricoltori ricevuta dal prefetto di Matera Presidente Provincia convoca un consiglio a Policoro
Prodotti lucani, accordo con Mercato agroalimentare di Milano Prodotti lucani, accordo con Mercato agroalimentare di Milano Presentazione del progetto alla Borsa internazionale del turismo
La Basilicata in vetrina alla Fruitlogistica di Berlino La Basilicata in vetrina alla Fruitlogistica di Berlino Come ogni anno, viene presentato il meglio del "made in Lucania"
Ortofrutta: quasi 10 milioni di euro alle organizzazioni dei produttori Ortofrutta: quasi 10 milioni di euro alle organizzazioni dei produttori Per sostegno alle imprese agricole del settore in Basilicata
Anche in Basilicata le marce dei trattori Anche in Basilicata le marce dei trattori Mondo agricolo in subbuglio. Troppi costi e prodotti della terra pagati molto poco
Cibo lucano, approvato il programma fieristico: si comincia alla Bit Cibo lucano, approvato il programma fieristico: si comincia alla Bit A Milano la prima manifestazione promozionale di quest'anno
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.