Nave da crociera
Nave da crociera
Turismo

I passeggeri delle crociere sbarcheranno a Matera

Dopo l'accordo con l'Azamara, arriva quello con l'Autorità Portuale di Taranto

Portare i passeggeri delle crociere a Matera è sempre più realtà. Dopo gli ultimi accordi con la compagni Azamara, arriva l'intesa con l'Autorità Portuale di Taranto per il proseguo del sostegno allo sviluppo del comparto turistico locale.

Oltre ai traffici industriali, che vedono impiegate risorse per la valorizzazione dei comparti di natura produttiva, anche il settore turistico è sempre più in primo piano nell'impegno, in questo caso dell'amministrazione provinciale, per stringere rapporti con i porti più vicini, ad iniziare proprio da quello del centro jonico di Taranto.

Come dicevamo, stretto l'accordo con la compagnia Azamara, che ha inserito la città di Matera nel programma delle crociere di punta della prossima Pasqua, è stata la volta dell'incontro con i massimi esponenti nel settore della gestione del traffico passeggeri dell'Autorità Portuale di Taranto.

Un tavolo di confronto importante, che ha sottolineato apertamente come: "Il settore della croceristica, dopo le leggere flessioni registrate a seguito della crisi, ha ripreso a crescere e le previsioni per il traffico crocieristico nel nostro Paese mostrano come il comparto abbia saputo prontamente reagire. Una ripresa che deve poter essere sostenuta con un arricchimento dell'offerta dove Matera, per le sue caratteristiche, potrebbe rappresentare quell'itinerario di punta che fa la differenza".

Un aspetto valutato positivamente anche dall'Istituzione provinciale. "In questo frangente storico che riconosciamo tutti essere molto difficile per la nostra regione - ha detto a conclusione dei lavori il presidente della Provincia di Matera, Franco Stella - ribadisco la necessità di adoperarsi per costruire strategie che offrano prospettive immediate. L'orientamento adottato sin dall'inizio da questa Amministrazione che, nonostante disegni di riordino e assenza di risorse, continua a impegnarsi per sviluppare azioni che attraverso la cooperazione portassero vantaggi al territorio".

Il passaggio fondamentale riguarda proprio l'aspetto collaborativo, che può portare nuovi e più interessanti risvolti rispetto ai risultati positivi già ottenuti. "Il dialogo avviato con l'Autorità Portuale di Taranto, voluta sulla scia di reali e significative opportunità di sviluppo individuate, si sta dimostrando altamente proficuo. Anche in questa occasione noi riteniamo possano concretizzarsi, con il concorso degli operatori locali, discorsi importanti, consapevoli che la città di Matera e l'intera provincia possano diventare presto una delle destinazioni più ricercate nel panorama internazionale. A noi la capacità di trasformare in risultati questa possibilità".
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.