Il maestro La Cava e il Bibliomotocarro
Il maestro La Cava e il Bibliomotocarro
Territorio

Il Bibliomotocarro arriva in America

Una tv canadese riprenderà per 4 giorni il maestro La Cava in giro per la Basilicata

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Il piccolo Bibliomotocarro lucano sarà seguito per quattro giorni dalle telecamere di una televisione canadese.

Il maestro Antonio La Cava e la sua piccola biblioteca ambulante, realizzata a bordo di un'Ape Car, sono ormai famosi a livello nazionale e internazionale.
Partito dal proprio paese natale, Ferrandina in provincia di Matera, il maestro La Cava, una volta in pensione, ha deciso di girare di città in città portando con sè tutti i libri, e tutta l'esperienza, di una vita e metterli a disposizione gratuitamente di grandi e piccini che incontra sul suo cammino.

Sempre più richiesto, il Bibliomotocarro, da testate giornalistiche e televisive, dopo l'intervista alla BBC di Londra, ora è la volta di una televisione canadese, CHIC TV, ad interessarsi delle attività e delle iniziative particolari del maestro La Cava.
A partire da oggi, 18 maggio, e fino a mercoledì 21, una troupe televisiva di Montreal, accompagnata dall'interprete francese, Diane Bergeron, soggiornerà a Ferrandina e seguirà, passo passo, gli itinerari tracciati dalla piccola biblioteca viaggiante. E saranno percorsi suggestivi e affascinanti quelli che si offriranno alle telecamere canadesi.

Il programma delle quattro giornate è ricco ed intenso e proporrà all'attenzione e alla visione dei telespettatori canadesi il vasto e variegato repertorio del Progetto "AMICO LIBRO". Interessate scuole e piazze, coinvolte scolaresche e comunità, in un intreccio che punta a ri-costruire una nuova socialità.
In particolare, il pomeriggio di oggi sarà riservato a Ferrandina, alle sue bellezze architettoniche, al suo panorama e ai rioni antichi, in particolare "mbet la terr" di via G. Pepe, via Roma, via Masaniello, fosso Camardi, che furono i luoghi della fanciullezza, dell'adolescenza e della giovinezza del maestro La Cava. Spazio sarà riservato alle testimonianze dei suoi famigliari, amici e collaboratori.

L'incontro al Castello di Miglionico con gli alunni della scuola primaria dell'Istituto Comprensivo diretto da Giacomo Amati è previsto nella mattinata di domani, lunedì 19; a seguire, alle ore 18, in piazza Monastero, incontro con la comunità di San Mauro Forte; per poi arrivare ad Accettura, dove, in un clima di festa, sosterrà davanti alla sede della pro-loco, organizzatrice dell'incontro.

Martedì alle ore 9,30 il Bibliomotocarro sarà ospite della scuola primaria di Grassano, diretta dal preside Lavalle, per le iniziative "I libri hanno messo le ruote" e "i libri bianchi"; alle ore 18 lo scenario sarà Garaguso, inizialmente in piazza Europa, dove il maestro donerà libri delle scuole elementari agli anziani: sarà un modo per riannodare un "filo spezzato" tanti anni or sono quando, per ragioni di bisogno e di sofferenza, furono costretti ad interrompere il loro percorso scolastico; alle ore 19, nella villetta, ci sarà la proiezione dentro la casetta del Bibliomotocarro (sì, è anche un cinema viaggiante!) dei video di animazione realizzati dai bambini con l'iniziativa "Entrare con la testa, uscire con gli occhi".

Mercoledì alle ore 10 "Leggere, che bello" con gli alunni della classe 3° A della scuola primaria di Ferrandina; nel pomeriggio, invece, alle ore 16,30, gran finale: appuntamento a Matera in piazza San Pietro Caveoso, dove il Bibliomotocarro incontrerà gli studenti della Scuola Europea, che da Varese sono in viaggio d'istruzione a Matera e che hanno chiesto di poter incontrare il maestro La Cava e donare libri al Bibliomotocarro.

Un gesto bello e significativo, degna conclusione di quattro giorni che, tra l'altro, rappresenteranno sicuramente una straordinaria occasione di promozione del nostro territorio in tutte le sue bellezze. Insomma, da una iniziativa sociale, culturale e turistica ne deriva uno spot meraviglioso per la nostra regione, con grande soddisfazione delle nostre Istituzioni, a cominciare dalla Regione e finire all'APT di Basilicata. Il tutto, naturalmente, a costo zero!
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.