Turisti
Turisti
Turismo

Matera piace ai turisti: dal 2010, presenze in aumento del +176%

I dati diffusi dal Centro Studi Turistici di Firenze e dalla Confesercenti

In occasione del lancio della 22^ Borsa del Turismo delle 100 Città d'Arte, il Centro Studi Turistici di Firenze in collaborazione con la Confesercenti ha presentato i dati relativi al turismo italiano nel periodo che va dal 2010 al 2017.

In soli sette anni, le presenze turistiche nelle città d'arte sono passate da 93,9 a 115,3 milioni, con un incremento complessivo del 22,8% (+21,4 milioni). Tra queste, in prima fila Matera, Capitale europea della Cultura per il 2019, che registra un aumento del +176% - dovuto soprattutto alla domanda straniera (+216%) - e la bella Napoli con una crescita del 91%, seguite da Verona (+62,7%), Padova (+55,6%) e Bologna (+55%).

Letteralmente rapiti dal nostro patrimonio culturale sono soprattutto i turisti stranieri che, non a caso, costituiscono più del 60% delle presenze turistiche registrate nelle città d'arte.

"I dati positivi emersi dalla indagine Confesercenti che vedono Matera al primo posto fra le città d'arte italiane a maggiore crescita turistica dal 2010 al 2017 non ci sorprendono perché già da diversi anni stiamo monitorando e registrando l'aumento delle presenze con effetti positivi sull'economia del territorio". E' il commento di Salvatore Adduce, presidente della Fondazione Matera-Basilicata2019.

"Già dal 2010, infatti – afferma Adduce - grazie anche al lavoro della candidatura per Matera Capitale europea della cultura con il quale la città si è posizionata su livelli di comunicazione e promozione molto competitivi, è stata registrata una costante crescita del turismo. Poi, con la proclamazione del 17 ottobre 2014 la visibilità di Matera è ulteriormente aumentata non fermandosi al panorama italiano. Non è infatti un caso che in questi sette anni la domanda dall'estero sia cresciuta addirittura del 216% (duecentosedici per cento!). Se, quindi, da una parte il dato non ci sorprende, dall'altro ci esalta e ci assegna una ulteriore responsabilità per far fronte ad una pressione turistica massiccia. Ecco perché con il ruolo protagonista del comune, la Fondazione è impegnata, così come previsto dal dossier di candidatura, a promuovere l'arrivo di cittadini temporanei che possano vivere questi luoghi non solo attraverso la loro ammirazione, ma soprattutto come straordinaria occasione di crescita culturale. Ed è in questa direzione che ci stiamo muovendo".
  • Turismo
Altri contenuti a tema
Matera meta preferita di primavera Matera meta preferita di primavera La città dei Sassi tra le più richieste d’Italia
Turismo e cultura in Basilicata: convegno della Cisl Turismo e cultura in Basilicata: convegno della Cisl Una tavola rotonda per discutere di punti di forza e debolezze
Sviluppo del turismo religioso, siglato un protocollo di intesa Sviluppo del turismo religioso, siglato un protocollo di intesa Comune, Diocesi e Parco “Terre di luce” hanno firmato accordo per i luoghi di culto
Un eliporto a Matera? Sì, per fini turistici Un eliporto a Matera? Sì, per fini turistici Sarà realizzato a La Martella. E' giunta al termine una vecchia gara
Matera diventa un caso di studio, in 7 anni turisti più che raddoppiati Matera diventa un caso di studio, in 7 anni turisti più che raddoppiati La cultura si conferma leva di sviluppo
Abusivismo nel settore turistico, multate due false guide Abusivismo nel settore turistico, multate due false guide Hanno violato l'ordinanza conunale
Bando eventi fino al 2020: cosa si sta aspettando? Bando eventi fino al 2020: cosa si sta aspettando? Il consigliere comunale di Matera Daniele Fragasso chiede spiegazioni all'assessore Adriana Poli Bortone
“Don’t drink and fly yourself” “Don’t drink and fly yourself” A Matera le riprese per lo spot contro la guida in stato di ebbrezza
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.