Il gatto recuperato dopo l'arresto
Il gatto recuperato dopo l'arresto
Cronaca

"O la borsa o...il gatto", animale preso in ostaggio per estorcere denaro

Arrestato, a Matera, immigrato rumeno che da alcuni giorni provava a derubare i commercianti della zona

Una volta era: "O la borsa o la vita", da ieri a Matera il modo più classico per cercare di estorcere denaro ha trovato il suo contraccambio primario nel "gatto".

Proprio così, nel pomeriggio di ieri un immigrato rumeno, Nastase Gheorghe, di 39 anni e senza fissa dimora, è stato tratto in arresto per aver cercato di costringere una commerciante materana, nel centro cittadino, sottraendole il gatto.

Erano quasi le 17, quando in via Stigliani, a poca distanza dalla Questura: l'uomo è entrato nel negozio e, come già faceva da qualche giorno, ha cominciato a chiedere con insistenza dei soldi. Al rifiuto della commerciante, l'ha minacciata dicendo che: se non avesse avuto quanto richiesto le avrebbe "spaccato il negozio". Invitato ad uscire dall'esercizio commerciale, l'uomo ha alzato ulteriormente i toni affermando che:; "prima o poi gliel''avrebbe fatta pagare". Poi, con mossa repentina, ha afferrato il gatto della commerciante ed è scappato via dichiarando che l'avrebbe ucciso per vendicarsi.

Ma la commerciante l'ha inseguito per strada. "Se vuoi indietro il gatto devi darmi dei soldi", ha insistito l'uomo. Ma la donna, dopo averlo raggiunto e con l'aiuto di una sua conoscente, è riuscita a riprendersi il gatto. Nel frattempo, accortosi che era stata chiamata la Polizia, l'uomo è fuggito. Subito dopo è stato però raggiunto dagli operatori di una volante che lo hanno tratto in arresto per tentata estorsione e rapina. Pare che l'uomo avesse da qualche tempo preso di mira i negozi della stessa zona a cui si rivolgeva pretendendo soldi con fare sempre più minaccioso.

Dopo l'arresto, infatti, un'altra commerciante, il cui negozio è situato in via Stigliani, ha denunciato in Questura un episodio accaduto circa una settimana fa, quando lo stesso malvivente, vistosi negata un'ulteriore richiesta di soldi, l'ha afferrata ad un braccio e rivolgendole insulti l'ha spinta con violenza contro il muro. Il nuovo Questore, Stanislao Schimera ha convocato gli operatori che hanno effettuato l'intervento per esprimere loro il proprio compiacimento per la rapidità e la professionalità dimostrate.
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.