Stanislao Schimera nuovo Questore di Matera
Stanislao Schimera nuovo Questore di Matera
Vita di città

Stanislao Schimera è il nuovo Questore di Matera

Un passato di tanti episodi difficili e una rapina sventata fuori servizio nel suo curriculum

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Arriva a Matera e si presenta il nuovo Questore, Stanislao Schimera. Al suo primo incarico nel ruolo, il poliziotto di origini brindisine ha un passato fatto di impegno sul campo e incarichi importanti. Dalle Questure di Brindisi, Taranto e Bari, è divenuto prima dirigente della Digos, per poi essere destinato all'incarico di Vicario del Questore ancora di Bari, prima di dirigere il Compartimento della Polizia Ferroviaria di Reggio Calabria. Prende il posto di Pasquale Errico, incaricato di dirigere la Questura di Sassari.

Tante le storie di vita vissuta da raccontare per il neo Questore della città dei Sassi, 54enne, sposato con due figli. Dal lavoro operativo con lo sbarco nel 1990 degli albanesi a Brindisi, con oltre 30 mila arrivi da gestire, e la ricerca di 400 bambini scomparsi, di cui 250 ritrovati o la rivolta degli immigrati del Cara a Bari il primo agosto 2011.

Ma, un episodio su tutti, una rapina sventata che, oggi, Schimera racconta con il sorriso sulle labbra e un encomio in bacheca, dopo aver vissuto momenti di grande paura. "Nel 1995, precisamente il 23 dicembre, ero in un negozio di giocattoli con mia moglie in avanzato stato di gravidanza - racconta il nuovo Questore - Erano in chiusura e c'era un commesso all'ingresso che bloccava ulteriori clienti. Mentre uscivamo, però, ci siamo ritrovati dinanzi un uomo che ci ha bloccati. Era armato e, dopo aver esploso il primo colpo di pistola mi ha bloccato puntandomi l'arma al collo. A questo punto ho deciso di consegnarli portafogli e orologio, dunque, la richiesta a mia moglie della consegna della borsa. Nel momento in cui aveva entrambe le mani occupate, gli sono saltato addosso bloccandogli quella con la pistola, disarmandolo. A quel punto si è formato un capannello di gente e, arrivati i rinforzi, l'abbiamo tratto in arresto".

Ma, quali è la prima idea che si è fatto della città, e come affronterà il suo incarico? "Voglio lavorare tanto con i cittadini e mettermi a completa disposizione della gente - spiega il neo Questore Schimera - Voglio una Polizia vicina alla gente, tra la gente e operativa per la gente, in completo accordo e sintonia con quello che richiedono i vertici da Roma. Mi vedrete spesso tra la gente, perchè mi piace essere sempre informato e parlare, chiedere informazioni, sia ai miei uomini che ai cittadini. Voglio produrre sicurezza e sono pronto anche a consigli e suggerimenti, per un lavoro programmato e svolto in serenità".

Non ci sarà modo di rilassarsi, in una città considerata tra le più sicure in Italia. "Non ho portato i guanciali - scherza l'appena insidiato Questore di Matera - Sono convinto che c'è sempre bisogno di tenere alta la guardia affinchè tutto vada per il verso giusto. Con i miei collaboratori ho avuto già modo di parlare e siamo pronti a svolgere al meglio la nostra opera di pubblica sicurezza".
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.