No alla violenza sulle donne
No alla violenza sulle donne
Vita di città

Un San Valentino d'amore e non di violenza

In piazza torna il camper della Polizia

Il camper della Polizia di Stato contro la violenza di genere è tornato a San Valentino. Stazionerà oggi in piazza Vittorio Veneto per presentare l'iniziativa di sensibilizzazione contro la violenza di genere e per distribuire un vademecum in cui si invitano le vittime alla denuncia.

Solo denunciando i responsabili delle violenza, soprattutto se sono in casa, si può contrastare la violenza.

Le donne che subiscono atti di violenza hanno un modo in più per parlarne e trovare aiuto: attraverso l'iniziativa "…Questo non è amore". Il progetto, ideato e promosso dalla Direzione centrale anticrimine del Dipartimento della pubblica sicurezza, ha l'obiettivo di superare gli stereotipi e i pregiudizi per diffondere una nuova cultura di genere e aiutare le vittime di violenza a vincere la paura, rompendo la fitta rete di isolamento e vergogna.

Per sensibilizzare l'opinione pubblica su una maggiore consapevolezza, per combattere la violenza sulle donne, il personale delle questure, oltre ad essere tra la gente con i camper e stand informativi, sarà nelle scuole e nelle università per incontrare gli studenti e parteciperà ai convegni per far emergere storie con risvolti non solo giuridici, ma anche culturali e sociali.

Il capo della Polizia Franco Gabrielli nella prefazione alla pubblicazione di "...questo non è amore 2019" che riporta l'analisi dei fenomeni criminali relativi alla violenza di genere e le iniziative messe in campo dalla Polizia di Stato per combatterli, ha scritto che una donna, vittima di violenza di genere si aspetta "Sicuramente protezione e indagini che portino presto ad aver giustizia, ma non solo. Una donna che è vittima di violenza si sente sola, prova vergogna, ha paura di ritorsioni per sé stessa e per i propri figli, si crede colpevole, teme di non essere creduta, di essere giudicata. Il poliziotto a cui chiede aiuto deve saper rispondere a questo dolore, consapevole che il più delle volte l'aggressore è una persona a cui la donna è legata da vincoli affettivi".
  • violenza di genere
  • Polizia di Stato
Altri contenuti a tema
Rapina una giovane donna puntando coltello alla gola, arrestato Rapina una giovane donna puntando coltello alla gola, arrestato Scoperto dalla Polizia il responsabile. Accusato pure di due furti
Aumentano i controlli della Polizia sulle strade Aumentano i controlli della Polizia sulle strade Nel mirino la guida in stato di ebrezza o di alterazione da sostanze stupefacenti
Assalto ai tir di sigarette a Foggia, lasciato nel Materano il mezzo rubato Assalto ai tir di sigarette a Foggia, lasciato nel Materano il mezzo rubato Trovato da una pattuglia della Polizia stradale
Maltratta l'anziano convivente, denunciata donna rumena Maltratta l'anziano convivente, denunciata donna rumena L'indagine è stata curata dalla Polizia
Dopo la sospensione della maestra, parla la dirigente scolastica Dopo la sospensione della maestra, parla la dirigente scolastica Fa discutere il caso dei maltrattamenti in scuola dell'infanzia
Maltrattamenti ai bambini dell'asilo, sospesa una maestra Maltrattamenti ai bambini dell'asilo, sospesa una maestra Indagine condotta dalla Squadra mobile della Polizia
Donne vittime di "revenge porn", arrestato un uomo Donne vittime di "revenge porn", arrestato un uomo Delicata indagine a cura della Squadra mobile di Matera
Truffe on line e uso dei social, tante denunce Truffe on line e uso dei social, tante denunce I dati della Polizia postale e delle comunicazioni per l'intera regione
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.