L'esultanza di Dall'Onder
L'esultanza di Dall'Onder
Altri sport

Sconfitta con la corazzata Policoro, la Takler guarda avanti

Sulla squadra di Andrisani pesano gli errori dei singoli, ma sono positivi i progressi in fase difensiva

LA TAKLER non passa a Policoro, dove pesano, e tanto, gli errori dei singoli. La squadra di mister Damiano Andrisani aveva di fronte una corazzata, l'Avis di Suriano, ricca di forti brasiliani e di ex come Stigliano, Rispoli e Laviola, ma l'equilibrio è stato spostato per via di evitabili errori dei ragazzi del presidente Nico Taratufolo in fase di impostazione.
Buona, resta, la fase difensiva, che per larghi tratti ha bagnato le polveri delle bocche da fuoco policoresi, pronte a colpire in ogni momento con le loro capacità tecniche e tattiche; anche la reazione nel finale di gara è stata una nota lieta, ma serve andare oltre. Finalmente, dopo il digiuno della prima giornata, si sblocca il bomber brasiliano Alexandre Dall'Onder, autore di una doppietta, su tiro libero e da schema su punizione, ma anche la voglia di dimostrare le sue capacità è apparsa in crescita.
Restano gli ottimi primi minuti, nei quali la squadra di Andrisani ha chiuso tutti gli spazi, poi, l'errore nel posizionamento della barriera sul calcio di punizione di Peruzzi, che ha liberato Scharnovski al tiro, ha permesso ai padroni di casa di andare in vantaggio.
La reazione della Takler è buona, ma è un nuovo errore, di Leo Panarella in uscita dalla fase difensiva, a regalare il raddoppio di Stigliano. Dall'Onder accorcia le distanze, ma ancora una ingenuità, questa volta di Lorusso, regala a 2" dalla sirena del primo tempo un tiro libero al cecchino Peruzzi. E' lo stesso brasiliano a scatenarsi nella ripresa, in totale per lui saranno quattro i gol realizzati, mentre la doppietta di Stigliano chiude i conti. A poco, se non per il morale personale, servono le reti di capitan Lecci e del giovanissimo, classe '95, Perrone.
Il 7-4 finale, apparso troppo pesante per la giovane formazione di mister Andrisani deve essere da monito per Caione e compagni, che dovranno fare tesoro degli errori e provare a migliorare soprattutto la concentrazione per poter ottenere, quanto prima, i tre punti e sbloccare la classifica dall'antipatica casella zero.
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.