Lotta al caporalato, Basilicata firmerà protocollo nazionale a Roma
Lotta al caporalato, Basilicata firmerà protocollo nazionale a Roma
Enti locali

Agricoltura: per il contrasto al caporalato pure un sistema informatico

Per l'incrocio domanda-offerta di lavoro. Vertice in Prefettura

Un accordo condiviso contro il capolarato, apprezzamento per la piattaforma informatica come strumento dinamico e flessibile per offrire il quadro della situazione in tempo reale tra domanda e offerta di lavoro. E' quanto è emerso dal Tavolo provinciale anticaporalato, presieduto e convocato dal Prefetto di Matera, Demetrio Martino, al fine di promuovere condizioni di piena legalità nel settore agricolo attraverso una rete tra istituzioni.

Alla riunione sono intervenuti i vertici provinciali delle forze dell'ordine, i rappresentanti del Dipartimento delle Attività Produttive della Regione Basilicata, della Provincia di Matera, i sindaci dei Comuni della fascia jonica, l'Ispettorato Territoriale del Lavoro, l'Inps, l'Inail, l'Arlab, l'Asm e associazioni datoriali di categoria dei lavoratori. Nel corso della riunione è stato presentato il "Protocollo d'intesa sperimentale per il contrasto al caporalato e allo sfruttamento lavorativo in agricoltura", elaborato dalla Prefettura e volto ad assicurare forme legali di reclutamento della manodopera potenziando il ruolo strategico del Centro per l'Impiego, quale canale privilegiato per l'incontro tra la domanda e l'offerta di lavoro.

Fulcro del sistema, la piattaforma informatica sperimentale, realizzata dall'Arlab e dalla Regione Basilicata, che consentirà, attraverso l'inserimento volontario delle candidature, da parte dei lavoratori disponibili all'assunzione, la creazione di liste pubbliche di aspiranti lavoratori agricoli stagionali. Ciò permetterà ai datori di lavoro di assumere i lavoratori attingendo dagli elenchi e, mediante l'utilizzo del sistema informatico, verrà generato automaticamente il contratto di lavoro, redatto secondo i termini definiti dal vigente contratto collettivo nazionale per gli operai agricoli e florovivaisti. In tempi brevi, con gli eventuali contributi che gli attori interessati sono stati invitati ad elaborare per la parte di rispettiva competenza, il protocollo d'intesa sarà sottoscritto e saranno avviate tutte le conseguenti attività destinate, nella fase sperimentale, alla fascia jonica.
  • Agricoltura
  • Caporalato
Altri contenuti a tema
De Bonis (M5S): “Bellanova revochi licenza su grano Cappelli” De Bonis (M5S): “Bellanova revochi licenza su grano Cappelli” Il senatore chiede spiegazioni al Ministero delle politiche agricole
Alluvione 2013, dopo sei anni arrivano gli aiuti alle imprese agricole Alluvione 2013, dopo sei anni arrivano gli aiuti alle imprese agricole Per quasi trecento aziende della provincia di Matera
"Fuori dai ghetti", una marcia a Metaponto e Matera "Fuori dai ghetti", una marcia a Metaponto e Matera Verrà consegnato un documento alla Prefettura
Grandinate nel Materano, Regione chiede stato di calamità naturale Grandinate nel Materano, Regione chiede stato di calamità naturale Per i pesanti danni all'agricoltura, soprattutto frutteti
Grano duro, prezzi non remunerativi Grano duro, prezzi non remunerativi Ancora in difficoltà il comparto cerealicolo
Consorzio Lenticchia: dai semi antichi a una nuova varietà Consorzio Lenticchia: dai semi antichi a una nuova varietà Dopo il recupero degli ecotipi, firmato un accordo per un brevetto
"Ulivi: la xylella avanza in Puglia e ora minaccia Matera" "Ulivi: la xylella avanza in Puglia e ora minaccia Matera" La Coldiretti Puglia teme una diffusione in tutto il Sud
Maltempo: danni all'agricoltura, inizia la trafila per i risarcimenti Maltempo: danni all'agricoltura, inizia la trafila per i risarcimenti Si possono presentare le istanze alla Regione
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.