Go On basilicata
Go On basilicata
Eventi e cultura

Arriva Go On Basilicata

100 eventi digitali in un solo giorno

Portare in rete il 100% degli italiani e delle italiane è l'obiettivo del grande progetto "Go On Italia". Organizzata da Wikitalia, l'iniziativa punta alla realizzazione di diversi eventi finalizzati alla digitalizzazione di tutto il Paese e, dopo il Friuli Venezia Giulia, la Basilicata sarà la seconda regione italiana a rispondere all'appello.

L'appuntamento con "Go On Basilicata" è per domani, 24 Novembre. Una maratona di cento eventi contemporanei, diffusi in tutto il territorio regionale, non convegni ma momenti di trasferimento di competenze tecnologiche e buone pratiche. In particolar modo, si vuol promuovere il trasferimento generazionale: chiamare i più giovani ad aiutare i più anziani, i nativi digitali a modernizzare le piccole imprese, i tecnologi ad affiancare gli artigiani.

Il festival, voluto da Riccardo Luna (Presidente Wikitalia e Digital Champion del Governo Renzi), ha trovato l'immediato coinvolgimento di Marcello Pittella (Presidente Regione Basilicata) e di Paolo Verri (comitato Matera2019). L'evento non comporta nessun onere per la Regione Basilicata e basa la sua organizzazione sul contributo volontario di idee e di mezzi dei "Digital Champions" del territorio lucano e nazionale.

Sono numerosissimi coloro che hanno deciso di aderire al programma. Dalla Pubblica Amministrazione, alle scuole fino alle aziende private e alle associazioni. Più di 130, le proposte di adesione arrivate alla posta elettronica della segreteria organizzativa.

Il primo appuntamento si terrà a Matera alle ore 10, presso la sede della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, e riguarderà la presentazione del progetto "No Digital Divide e e i servizi per la Pubblica amministrazione e le Piccole e medie imprese", un programma per dotare oltre 50 località della Regione Basilicata dei servizi a banda larga, e dei servizi fruibili su tale infrastruttura dedicati alle aziende e agli enti locali come il cloud computing, la sicurezza, la unified communication.

Tra i cento eventi, ci sarà anche CoderBas, un particolare CoderDojo durante il quale 7 diverse location accoglieranno una rappresentanza di tutti i comuni lucani: circa 1000 bambini che in contemporanea impareranno a giocare con la programmazione diventando 'Supereroi' in grado di conoscere i concetti base della programmazione. A Matera l'iniziativa si terrà dalle ore 15 alle ore 17 nella sede "Nicola Festa" dell'Istituto comprensivo Minozzi.

Da segnalare, inoltre, la presentazione del vincitore del bando sull'utilizzo degli Open Data presso il Comune di Matera e l'evento promosso da Sviluppo Basilicata "Horizon 2020 - Istruzioni per l'uso" focalizzato sull'uso online del portale per l'accesso ai bandi e alla documentazione.

Un'iniziativa che consolida e rilancia il percorso già avviato da qualche mese in Basilicata. Dalla task force per l'Agenda Digitale ai bandi che provano a ridurre il digital divide, le energie messe in campo sono già tante ma l'augurio è che dal 25 Novembre la Basilicata sia davvero una regione più digitale.
  • Coderdojo
  • Go on italia
  • Wikitalia
Altri contenuti a tema
A scuola di programmazione software A scuola di programmazione software Più di 200 studenti all'Open Coder City Day di Matera
Al via il progetto Open Coder City Al via il progetto Open Coder City Wi-fi libero in 6 aule dei 6 istituti comprensivi materani
Il coderdojo arriva anche a La Martella Il coderdojo arriva anche a La Martella Alunni e docenti a scuola di programmazione open source
Matera 2019, il 17 Ottobre il verdetto finale Matera 2019, il 17 Ottobre il verdetto finale La città è in fermento, eventi e iniziative del rush finale
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.