Expo, “l’agricoltura nelle mani dei giovani”
Expo, “l’agricoltura nelle mani dei giovani”
Territorio

Expo, “l’agricoltura nelle mani dei giovani”

Ma la realtà lucana si scontra con l’Imu agricola e l’inquinamento ambientale.

Expo2015 è una grande opportunità di condivisione e scambi di informazioni e esperienze, soprattutto nel settore dell'agroalimentare, molto legato al tema dell'esposizione universale "Nutrire il Pianeta. Energia per la vita".

In uno dei primi dibattiti, promosso da Cia e dall'Agia "Associazione giovani imprenditori agricoli", tenutosi nel Padiglione Italia, è emerso il ruolo fondamentale che i giovani possono rivestire nel settore primario e non solo: "I giovani sono il 'vivaio' da coltivare per far crescere il Paese", lo slogan di Rudy Maranchelli, presidente Agia Basilicata e componente del Gruppo Agia Europa.

Nel corso dell'incontro è stata mostrata un'indagine dello studio Censis in collaborazione con la Cia, dal titolo "Un futuro per l'Italia: perché ripartire dall'agricoltura". Il rapporto indica, in sintesi, come agricoltura e giovani non siano più antitetici, ma anzi che gli 'under 35' vedono nei campi un valore da tutelare e una prospettiva di lavoro. Tra i dati che spiccano maggiormente si rintraccia il desiderio espresso da un proprio figlio o nipote di lavorare in agricoltura, ben l'85% degli italiani consiglierebbe loro di seguire la propria volontà. E che l'agricoltura sia percepita come un valore è confermato dal fatto che il 39,7% degli italiani, specialmente quelli del Centro (44,5%), è convinto che l'Italia possa superare la crisi affidandosi all'agricoltura e all'agroalimentare.

Ma nell'ambito prettamente locale, la Basilicata non gode di buona salute. Anzi, l'inquinamento ambientale prodotto dalle estrazioni petrolifere minaccia sempre più i terreni agricoli. Così come le esorbitanti tasse che i proprietari terrieri e gli agricoltori sono costretti a pagare, ultima l'iniqua Imu agricola. Nel solco di questa medesima situazione precaria, si è costituito un movimento in Basilicata, "Riscatto", che mira ad ottenere il ritiro del provvedimento legislativo dov'è contenuta l'ingiusta tassa.

Come coniugare giovani e agricoltura con problematiche non di poco conto? Ai posteri l'ardua sentenza.
  • Agricoltura
  • Imu agricola
  • Cia Basilicata
Altri contenuti a tema
Giovani agricoltori, tante domande per il sostegno al primo insediamento Giovani agricoltori, tante domande per il sostegno al primo insediamento A disposizione 20 milioni di euro
Braia: "Grave assenza della Regione al presidio degli agricoltori" Braia: "Grave assenza della Regione al presidio degli agricoltori" E prosegue la mobilitazione: oggi trattori in marcia a Metaponto
Grande mobilitazione nel mondo agricolo in Basilicata e in Puglia Grande mobilitazione nel mondo agricolo in Basilicata e in Puglia Ieri la marcia di 300 trattori e mezzi agricoli, con base a Venusio
Delegazione di agricoltori ricevuta dal prefetto di Matera Delegazione di agricoltori ricevuta dal prefetto di Matera Presidente Provincia convoca un consiglio a Policoro
Prodotti lucani, accordo con Mercato agroalimentare di Milano Prodotti lucani, accordo con Mercato agroalimentare di Milano Presentazione del progetto alla Borsa internazionale del turismo
La Basilicata in vetrina alla Fruitlogistica di Berlino La Basilicata in vetrina alla Fruitlogistica di Berlino Come ogni anno, viene presentato il meglio del "made in Lucania"
Ortofrutta: quasi 10 milioni di euro alle organizzazioni dei produttori Ortofrutta: quasi 10 milioni di euro alle organizzazioni dei produttori Per sostegno alle imprese agricole del settore in Basilicata
Anche in Basilicata le marce dei trattori Anche in Basilicata le marce dei trattori Mondo agricolo in subbuglio. Troppi costi e prodotti della terra pagati molto poco
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.