Mons. Giuseppe Caiazzo- Arcivescovo di Matera
Mons. Giuseppe Caiazzo- Arcivescovo di Matera
Religioni

Il messaggio del Vescovo: "Vivete il vero senso del Natale"

Mons. Caiazzo punta il dito contro l'ipocrisia e invita all'impegno sociale

Su un tempo di ''grandi contraddizioni'' e nel contempo di ''ipocrisia'' si sofferma l'arcivescovo di Matera-Irsina, Giuseppe Antonio Caiazzo, nel suo messaggio di auguri alla comunità in cui invita a recuperare il senso autentico del Natale e del Bambino che nasce.

''Gesù continua a nascere - scrive nella sua lettera di auguri e di riflessione - là dove la vita viene accolta e coltivata con amore: qui c'è il vero presepe. Viviamo il tempo delle grandi contraddizioni. C'è chi vuole eliminare nelle scuole qualsiasi riferimento al sacro, come il presepe o le recite sul Natale di Gesù, in nome del rispetto delle altre religioni. La cosa non mi meraviglia: fin dai tempi di Erode il Bambinello Gesù ha contrastato i potenti, lottando contro le ingiustizie per l'affermazione della verità. Ma ci sono anche i puritani, difensori di una fede personale, infastiditi se il presepe viene contestualizzato in una situazione di miseria - aggiunge Caiazzo - quale può essere la presenza di migranti o di degrado, non conforme ai dettami della nostra cultura occidentale. E' l'ipocrisia di chi pensa di celebrare il Natale collocandolo all'inizio del cristianesimo senza volerlo calare nella storia attuale. E' esattamente l'idea opposta di San Francesco d'Assisi''.

Caiazzo dà merito alle realtà operose e caritatevoli presenti nel territorio della diocesi. ''Ci sono tanti luoghi di speranza - afferma - dove la vita è accolta, servita, sostenuta, amata, respirata. Penso ai tanti senza tetto, agli immigrati, alle donne sole e maltrattate, che trovano un alloggio sicuro e un piatto caldo nelle comunità di Bernalda, Scanzano, Montalbano, nella mensa ''Don Giovanni Mele'', nei centri di accoglienza ''La Tenda'', ''Don Tonino Bello'' e di Maria Santissima della Bruna. Ma penso anche alle comunità di recupero di Salandra (Emmanuel), di S. Maria d'Irsi (Fratello Sole), della Casa dei Giovani e alla prossima apertura delle comunità di Serra Marina (Casa Betania) e di S. Antonio (Casa Anna Carla). Quanto bene viene seminato dai centri che, sul territorio, si prendono cura dei diversamente abili e degli anziani''.

Un monito arriva dal vescovo. ''Non si può essere o vivere da cristiani - sottolinea - senza conoscere e vivere con Gesù, il vero festeggiato: la sorgente dalla quale le radici attingono acqua. Diciamocelo chiaramente: il rischio che stiamo correndo è che ogni nostra festa religiosa, quindi anche il Natale, tende a coltivare più l'esteriorità e il bello emozionale fatto di luci, musiche e feste varie, che non l'interiorità e la crescita spirituale, nutrita dall'ascolto della Parola, dalla partecipazione alla vita sacramentale, dalla preghiera e dall'impegno concreto nel sociale con attenzione verso gli ultimi''.
  • Natale
  • Vescovo Antonio Giuseppe Caiazzo
Altri contenuti a tema
Celebrati i funerali dei tre ventenni morti a Pisticci Celebrati i funerali dei tre ventenni morti a Pisticci L'omelia dell'arcivescovo Caiazzo
Gli auguri di buon Natale dal vescovo di Matera-Irsina Gli auguri di buon Natale dal vescovo di Matera-Irsina Lettera alla Diocesi: “Per noi credenti il Natale è uno solo, quello di Gesù”
Natale 2021: presentato cartellone degli eventi Natale 2021: presentato cartellone degli eventi Oltre 120 selezionati dal bando "Destinazione Matera"
Luminarie natalizie, stanziati 90.000 euro Luminarie natalizie, stanziati 90.000 euro Saranno riutilizzati anche gli addobbi già acquistati
Consegna attestati di benemerenza sanitaria Consegna attestati di benemerenza sanitaria Iniziativa dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
Vaccini Covid, la Diocesi scende in campo Vaccini Covid, la Diocesi scende in campo Mette a disposizione strutture per contribuire alla campagna vaccinale
Irsina, furto sacrilego in chiesa Immacolata Irsina, furto sacrilego in chiesa Immacolata Ladri rubano ostensorio
Messaggio per il Santo Natale al popolo lucano Messaggio per il Santo Natale al popolo lucano Insieme i vescovi lucani esprimono i loro auspici di speranza
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.