rete 5g
rete 5g
Politica

Scontro tra Pd e 5 Stelle sui fondi del 5G

I Democratici accusano il Governo di aver tolto i finanziamenti, Liuzzi e Materdomini smentiscono

"Gravissimi tagli del Governo sul 5G. Gravissimo fermare in corsa la sperimentazione". A lanciare l'allarme, accusando il Governo Penta-leghista, era stato il Pd con Francesco Boccia. Intervento che aveva spinto l'on Mirella Liuzzi (M5S) ad intervenire per sedare la polemica sostenendo che non c'è nessun dietrofront.

"Non esistono tagli o colpi di mano nei confronti delle sperimentazioni 5G in essere che, contrariamente a quanto dichiarato da alcuni esponenti del PD, risultano interamente finanziate, avviate e monitorate. Abbiamo invece rimodulato dei fondi bloccati destinandoli a progetti legati alle tecnologie emergenti come Internet delle Cose, blockchain e Intelligenza Artificiale. Tutti progetti collegabili tra l'altro, perfettamente anche con il 5G"- chiarisce il deputato pentastellato.

Le dichiarazioni giungono in risposta a chi, come Boccia, nei giorni scorsi, avevano paventato la volontà del governo di distogliere 100 milioni di euro destinati al progetto del Wi-Fi nazionale e allo sviluppo di tecnologie emergenti, per destinarli ad altre progettazioni.

Per spegnere il fuoco della polemica l'on. Liuzzi spiega come il Governo Conte stia semplicemente rimodulando i fondi stanziati dal precedente governo per la creazione di centri di ricerca, superati dall'avanzata delle sperimentazioni: finanziamenti mai partiti che il Consiglio del Ministri ha deciso di destinare a "progetti di respiro nazionale e legati alle tecnologie emergenti. Progetti ai quali possono partecipare anche le Regioni e gli Enti locali".

Le parole di Mirella Liuzzi non convincono il segretario del Pd di Matera, Cosimo Muscaridola. "Il Governo legastellato sta dimostrando il suo vero volto ovvero, nei fatti, è nemico della città di Matera - dichiara - in quanto prima sottrae i fondi del bando periferie, oggi toglie 100 milioni di euro dal fondo destinato alle città scelte per la sperimentazione del 5 G e volute fortemente dal Governo a guida Pd. Tra queste figura Matera che sta investendo molto sul progetto di città digitale e che ha messo l'innovazione tecnologica al centro delle sue politiche di sviluppo"- afferma il segretario dei Dem che poi affonda il colpo sulla deputata del M5s, la quale non si è accorta "dell'ennesima manina misteriosa che nella notte ha scippato i 100 milioni sul progetto sperimentale del 5G".

A dar manforte all'onorevole Liuzzi, il consigliere comunale di Cinque Stelle, Antonio Materdomini, che attacca il segretario cittadino del Partito Democratico, che -a suo dire- "sta attuando una battaglia di disinformazione".

"Su Bari e Matera - aggiungono i 5Stelle - la sperimentazione 5G procede molto bene e speditamente, con l'operatore capofila Tim. Il Pd è ormai alla deriva totale e cerca di distogliere l'attenzione in Basilicata e a Matera dai problemi reali che affliggono i cittadini".
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.