Botti di capodanno
Botti di capodanno
Vita di città

Niente botti di fine anno

Arriva l'ordinanza da palazzo di città per tutelare anziani e animali

Trascorse le giornate natalizie all'insegna di grandi pranzi e giochi tradizionali, è tempo di pensare al Capodanno. Che si decida di trascorrerlo in qualche elegante locale della città o in piazza, dove è previsto un grande concerto con tre dj, i festeggiamenti sono tipicamente accompagnati dai botti. A questo proposito, il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, su proposta dell'assessore comunale alla sicurezza, polizia locale, decoro urbano e benessere degli animali, Jenny Visceglia, ha emesso una ordinanza con la quale si vieta nel centro urbano l'uso di artifici pirotecnici ad eccezione di quelli ad effetto illuminante.

Nello specifico, si vieta di "far esplodere artifici pirotecnici che abbiano effetto scoppiettante, crepitante o fischiante quali ad esempio rauti e petardi in luoghi, coperti o scoperti, pubblici o privati (quali ad esempio all'interno di scuole, ospedali, case di cura, comunità varie, uffici pubblici, ricoveri di animali, condomini, finestre, balconi, lastrici solari e in tutte le vie, piazze e aree pubbliche) dove transitano o siano presenti persone e/o animali, fatti salvi spettacoli di fuochi d'artificio preventivamente autorizzati dalle competenti Autorità, ai sensi e per gli effetti delle normi vigenti".

Il divieto è inoltre esteso a tutti coloro che avendo la disponibilità di aree private ne consentano ad altri l'uso per effettuare gli spari vietati nelle presente ordinanza. Tuttavia, si precisa che gli artifici pirotecnici possono essere esplosi in zone isolate e comunque a debita distanza dalle persone e dagli animali, evitando tassativamente le aree che risultino affollate, per la presenza di feste, riunioni o per altri motivi.

Via libera, invece, agli innocui artifici ad effetto prevalentemente luminoso, quali ad esempio fontane, bengala, bottigliette a strappo lancia coriandoli, fontane per torte, petardini da ballo, bacchette scintillanti e simili, trottole, girandole e palline luminose ecc. appartenenti alla V categoria, gruppo D.

Gli artifici consentiti devono essere acquistati esclusivamente dai rivenditori autorizzati, muniti della dicitura attestante la possibilità di commercializzazione al pubblico. E' vietata la vendita di qualsiasi tipo di artificio pirotecnico ai minori di anni 18. Si fa divieto di raccogliere artifici inesplosi e di affidare ai bambini prodotti che, anche se non espressamente vietati, qualora siano utilizzati maldestramente comportino situazioni di pericolo e che pertanto richiedano perizia nel loro impiego.

Coloro che non rispetteranno l'ordinanza andranno incontro a sanzioni amministrative per un importo compreso tra 25,00 e 500,00 euro.

"Lo scoppio di questi ordigni - spiega l'assessore Visceglia - genera un fragore che genera preoccupazione soprattutto negli anziani, nei minori e fra le persone con particolari patologie sia quando esplosi improvvisamente e senza lasciarne intuire la provenienza, sia quando esplosi contemporaneamente per l'assordante frastuono che generano. Questo comportamento, fra l'altro, spesso avviene senza l'adozione delle minime precauzioni tese a tutelare l'integrità fisica delle persone e degli animali. L'obiettivo di questa ordinanza è quello di ridurre al minimo i rischi per le persone e per gli animali, ma anche quello di evitare il più possibile danni a carico del patrimonio pubblico e/o privato e dell'ambiente. Infatti, l'uso dei botti espone le aree interessate a rischio d'incendi soprattutto di cassonetti, arredi pubblici, veicoli privati, e causa una generalizzata e diffusa sporcizia che deturpa il decoro urbano".

Con l'ordinanza "si raccomanda ai proprietari di animali d'affezione di vigilare e attivarsi affinché il disagio degli animali determinato dagli scoppi, lì dove consentiti, non causi danni alle persone e agli animali stessi, spesso esposti al rischio di smarrimento e/o investimento e causa di incidenti stradali".

Il sindaco, infine, rinnova l'invito a cittadini e turisti a partecipare alla festa europea in piazza Pascoli in programma la sera di Capodanno e a festeggiare tutti insieme l'arrivo del 2015 con il "botto" dei tappi delle bottiglie di spumante.
  • Ordinanza comunale
  • Capodanno
  • Botti
Altri contenuti a tema
G20, chiuse le attività commerciali in zona dell'evento G20, chiuse le attività commerciali in zona dell'evento Due giorni di stop anche per mercato in piazza Persio
Emergenza Covid, a Pasqua parchi chiusi Emergenza Covid, a Pasqua parchi chiusi Nuova ordinanza per prevenire e limitare la diffusione del covid-19
Vietati i falò di San Giuseppe Vietati i falò di San Giuseppe Ordinanza del sindaco per evitare assembramenti e accensioni nocive
Casi sospetti di Covid, Comune chiuso per due giorni Casi sospetti di Covid, Comune chiuso per due giorni Ordinanza del sindaco Bennardi
Vito, primo fiocco azzurro del 2021 Vito, primo fiocco azzurro del 2021 Nato 11 minuti dopo la mezzanotte
Meno bancarelle ai mercati Meno bancarelle ai mercati Ordinanza del sindaco Bennardi. I posteggi vuoti non vengono occupati
Coronavirus: obbligo di mascherina nel centro storico e nei Sassi Coronavirus: obbligo di mascherina nel centro storico e nei Sassi In vigore un'ordinanza del sindaco di Matera
Riparte il mercato del sabato in zona Paip2 Riparte il mercato del sabato in zona Paip2 Ordinanza del sindaco con le regole da rispettare
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.