Raccolta differenziata
Raccolta differenziata
Vita di città

Raccolta differenziata e riciclo a Matera

Pronto il nuovo piano di gestione dei rifiuti della provincia

Un piano per la gestione unica dei servizi di raccolta differenziata nella Provincia di Matera.

L'obiettivo è aumentare e migliorare la raccolta differenziata nonché avviare l'attività di riciclo dei rifiuti di imballaggio su tutto il territorio. Il piano è stato, infatti, redatto dal CONAI, Consorzio Nazionale Imballaggi, un consorzio privato senza fini di lucro costituito da oltre 1.000.000 aziende produttrici e utilizzatrici di imballaggi che ha la finalità di perseguire gli obiettivi di legge di recupero e riciclo dei materiali di imballaggio.

Coinvolti 12 comuni oltre alla città capoluogo, Matera: Ferrandina, Irsina, Pomarico, Tricarico, Grassano, Grottole e Miglionico, Salandra, Calciano, Garaguso, Oliveto Lucano e San Mauro Forte. Per un totale di 102 mila abitanti.

Il progetto, già del tutto definito, è in attesa di approvazione per utilizzare i fondi che la Regione Basilicata metterà a disposizione, circa 9 milioni di Euro.
Il nuovo piano rientra nell'Accordo di Programma sottoscritto il 31 Marzo 2011 tra la Regione Basilicata, il Ministero dell'Ambiente ed il CONAI per favorire lo sviluppo di una corretta gestione dei rifiuti e dei rifiuti di imballaggio e delle frazioni merceologiche similari su tutto il territorio regionale, con il principale scopo di supportare quelle amministrazioni comunali che avevano percentuali di raccolta differenziata inferiori al 35%.

"Il nuovo piano - dichiara Rocco Rivelli, Assessore all'Ambiente del Comune di Matera - prevede di giungere ad una gestione unica dei servizi di raccolta differenziata, che possa ottimizzare, migliorare e superare gli obiettivi previsti dalla normativa vigente. Il nuovo servizio sarà di tipo domiciliare, per garantire una maggiore efficienza anche nella qualità dei materiali raccolti, con evidenti benefici economici per i cittadini e ambientali nella logica della riduzione dei rifiuti da conferire in discarica. Quindi, non appena il Ministero per lo Sviluppo Economico avrà formalizzato il proprio assenso sulla linea di finanziamento, ci attiveremo per completare l'iter procedimentale per l'attuazione del nuovo piano."

Le due Province contano una quantità di rifiuti di imballaggio provenienti da raccolta urbana di oltre 18.000 tonnellate, a fronte delle quali il sistema CONAI-Consorzi di filiera ha garantito un corrispettivo economico pari a 1.771.000 euro nel 2012.

"Con la partenza effettiva dei progetti – commenta Walter Facciotto, Direttore Generale CONAI – è auspicabile nel giro di breve tempo una svolta nella gestione dei rifiuti nella Provincia di Matera e anche nell'intera Regione. I quantitativi raccolti per essere avviati a riciclo possono crescere molto, parallelamente potranno aumentare i corrispettivi riconosciuti dal sistema consortile sulla base dell'Accordo ANCI-CONAI per il conferimento degli imballaggi di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro".

Il Consorzio lavora da oltre 15 anni a stretto contatto con le istituzioni locali sulla base dell'Accordo quadro stipulato a livello nazionale con ANCI per lo sviluppo della raccolta differenziata di qualità e del riciclo dei rifiuti di imballaggio. Grazie a questo accordo, CONAI e i Consorzi di Filiera garantiscono il ritiro di tutti i materiali di imballaggio di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro provenienti dalla raccolta differenziata urbana ed il loro avvio a riciclo.

Oltre a ciò, CONAI dedica, da molti anni, un impegno straordinario alle aree in ritardo sugli obiettivi di legge, soprattutto nelle aree del Centro-Sud, mettendo a disposizione il proprio know-how nella programmazione dei sistemi di raccolta differenziata e realizzando un investimento straordinario quinquennale di 2 milioni di euro all'anno per l'avvio di nuovi piani di raccolta urbana sul territorio.

Il Sistema Consortile costituisce in Italia un modello di gestione da parte dei privati di un interesse di natura pubblica: la tutela ambientale, in un'ottica di responsabilità condivisa tra imprese, pubblica amministrazione e cittadini, che va dalla produzione dell'imballaggio alla gestione del fine vita dello stesso. Oggi, al livello nazionale, CONAI garantisce il recupero di 3 imballaggi su 4, erano 1 su 3 nel 1998. In poco più di 15 anni di attività il Sistema Consortile è riuscito a ridurre del 61% il volume dei rifiuti di imballaggio destinati alla discarica e ad evitare, grazie al riciclo, emissioni di CO2 per complessivi 82 milioni di tonnellate.
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.