Ponte sospeso sulla gravina di Matera
Ponte sospeso sulla gravina di Matera
Turismo

Riapre il ponte tibetano nel Parco della Murgia

I lavori sono durati due anni. Per le escursioni occorre prenotarsi

Dopo circa due anni di lavori, riapre a Matera il ponte tibetano, la passerella sospesa che collega i Sassi e il belvedere del Parco della Murgia. Il ponte sospeso permette di superare il torrente Gravina che costeggia i Sassi e di raggiungere l'area di Murgia Timone dove è possibile visitare alcune delle chiese rupestri del Parco della Murgia.

Un percorso di trekking, denominato sentiero 406, che inizia in piazza San Pietro da Porta Pistola e si sviluppa lungo il costone del torrente con un dislivello di 200 metri circa, per una lunghezza complessiva di sei chilometri (210 metri il ponte). Dopodomani, alle ore 18.00, il Comune e il Parco organizzano la prima escursione del sentiero, su prenotazione (www.pontetibetanomatera.it).

I lavori di ripristino del sentiero hanno previsto il consolidamento della piazza di Porta Postergola, l'installazione di un cancello che regolerà l'accesso e di una nuova segnaletica. La gestione è stata affidata, a titolo di volontariato gratuito, ad un'associazione temporanea di scopo in fase di costituzione e formata dalle associazioni Il Carrubo, 23 Novembre e Gruppo lucano di protezione civile, per una prima fase sperimentale di circa un mese, dal 10 agosto al 10 settembre (con orari 9-11 e 17.30-19).

Per le escursioni, fatta eccezione per quella di dopodomani, sarà possibile prenotarsi pure di persona presso il punto informativo dell'ente Parco della Murgia Materana, ubicato nel complesso di Santa Lucia e Agata. L'ingresso al sentiero sarà consentito ad un massimo di 250 visitatori giornalieri. Il flusso di accesso sarà regolato in base alle norme Covid, avendo cura di evitare assembramenti, consentendo dunque l'accesso a singoli o gruppi di massimo 12 escursionisti. L'ingresso per minori di 18 anni o diversamente abili dovrà avvenire in presenza di genitori o accompagnatori. Sarà obbligatorio l'utilizzo di scarpe da trekking o scarponcini da trekking, consigliati i bastoncini telescopici, cappello, acqua.
  • Parco della Murgia Materana
  • Escursioni
Altri contenuti a tema
Un bando per affidare il sentiero 406 Un bando per affidare il sentiero 406 A chiederlo è la Sezione Cai (Club Alpino Italiano) di Matera “Falco Naumanni”
Parco della Murgia materana, iniziate le catture di cinghiali Parco della Murgia materana, iniziate le catture di cinghiali Installati undici chiusini per contrastare il fenomeno
Riprendono le escursioni del Cai Matera “Falco Naumanni” Riprendono le escursioni del Cai Matera “Falco Naumanni” Ripartenza nel rispetto delle regole anticovid per l’associazione materana
Parco della storia dell’uomo, iniziano i lavori Parco della storia dell’uomo, iniziano i lavori Al via le opere di realizzazione delle aree tematiche Preistoria e Civiltà rupestre
Progetto degli ambasciatori del Parco Progetto degli ambasciatori del Parco Per conoscenza, tutela e valorizzazione della Murgia Materana
Venti guide ambientali nel Parco della Murgia materana Venti guide ambientali nel Parco della Murgia materana Consegna attestati in un incontro alla Casa cava
A Matera arrivano nuove guide ambientali escursionistiche A Matera arrivano nuove guide ambientali escursionistiche E’ giunto al termine un apposito corso in ambito naturalistico
Tanti turisti nel Parco della Murgia, aumenta la vigilanza dei Carabinieri Tanti turisti nel Parco della Murgia, aumenta la vigilanza dei Carabinieri Con pattugliamento a cavallo nell'area delle chiese rupestri e di Murgia Timone
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.