navette cotrab
navette cotrab
Trasporti

Trasporti regionali, l’Aism scrive a Bardi

L’associazione chiede conto delle navette Palese-Matera e della ferrovia

Navette Matera-Palese, collegamento ferroviario con Ferrandina e trasporto locale in generale. Questi i temi affrontati in una lettera aperta rivolta al governatore della Basilicata, Vito Bardi, dall'Associazione Infrastutture, Servizi e Mobilità nel Materano. Temi cruciali per il servizio di trasporto lucano che da tempo attendono risposta.

Temi sui quali non si può tergiversare oltre, a detta dell'associazione materana. Infatti- dicono- "ad oggi non sono ancora state ripristinate le sette coppie di navette di competenza della Regione Basilicata e le due da e per la Stazione FS di Ferrandina"- ricordano al presidente della Basilicata.

Dall'associazione ci si chiede il motivo di questo disservizio, in un momento cruciale in cui anche la vicina Regione Puglia ha ripristinato le navette di avvicinamento a Matera da e per l'Aeroporto di Bari. Il rimpallo di responsabilità tra Regione, Provincia e Comune porta al momento ad un solo risultato: il mancato ripristino delle navette aggiuntive per la tratta Matera-Palese e degli autobus che portano alla stazione delle Ferrovie di Stato di Ferrandina.

Secondo l'Associazione Infrastutture, Servizi e Mobilità nel Materano la Regione avrebbe privilegiato la zona industriale di Melfi e quella di Viggiano, ignorando le esigenze del comparto dell'industria turistica del materano.

"Da cittadini italiani ed esteri, utenti, imprenditori, studenti, turisti ed operatori del turismo della città di Matera e del Materano, aspettano e pretendono una decisa presa di posizione della Regione Basilicata il cui principale obiettivo dovrebbe essere quello di sostenere l'economia Regionale di cui Matera ne è un fondamentale tassello, attivando politiche ad impatto propulsivo dello sviluppo della nostra Regione"- sottolineano dall'associazione materana.

L'invito rivolto alle istituzioni è quello di dare risposte immediate e concrete alle istanze provenienti dal territorio materano. "Non c'è più tempo da perdere e ogni giorno in più di immobilismo è una ulteriore ferita che viene inferta a tutti coloro che hanno investito nel turismo, e nel tessuto economico ed imprenditoriale a proprio rischio in questo territorio martoriato, che ancora hanno fiducia nel futuro di questa terra."- sottolineano in conclusione dall'associazione Infrastutture, Servizi e Mobilità nel Materano.
  • Autobus
  • Trasporti
Altri contenuti a tema
Trasporto pubblico, firmati i contratti Trasporto pubblico, firmati i contratti Garantito il servizio di navette da Matera all'aeroporto di Bari
Matera si avvicina a Maratea Matera si avvicina a Maratea Per i viaggiatori da Maratea un collegamento in coincidenza tramite navetta da Ferrandina Scalo a Matera
Bus urbani, una app per i biglietti Bus urbani, una app per i biglietti Obiettivo: Semplificare i sistemi di pagamento ed incentivare l’uso dei mezzi pubblici
Pronte le navette per aeroporto di Bari Palese Pronte le navette per aeroporto di Bari Palese Incontro tra l’assessore Tantone e il presidente dell’associazione ISM Bianchi
Trasporto pubblico, corse bus per Stellantis e aeroporto Bari Trasporto pubblico, corse bus per Stellantis e aeroporto Bari Sono previste nel nuovo piano della Regione
Trenitalia, firmato accordo con associazioni dei consumatori Trenitalia, firmato accordo con associazioni dei consumatori Più facile la soluzione delle dispute anche sui treni regionali lucani
Riaperte le scuole superiori, trasporti senza assembramenti Riaperte le scuole superiori, trasporti senza assembramenti La quota in presenza ora è del 50%, poi passerà al 75%
Trasporto pubblico, in esercizio nuovi bus Trasporto pubblico, in esercizio nuovi bus Cinque mezzi per migliorare il trasporto urbano
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.