Matera calcio, tifosi
Matera calcio, tifosi
Calcio

Tre squilli da Lega Pro per il Matera

Real Vico ko, Taranto pareggia a Marcianise e lascia i biancazzurri soli in vetta

Il Matera ha in pugno la Lega Pro Unica. Il doppio salto di categoria ha davanti solamente 90' prima di essere realtà anche per i numeri. E' stata la domencia più importante del campionato.

I ragazzi di Cosco sono andati a svolgere il proprio compito in casa del Real Vico, a Massaquano, vincendo con un 1-3 anche poco veritiero per quanto visto in campo dagli oltre 450 tifosi giunti dalla città dei Sassi per trascinare i propri beniamini; mentre su un altro campo campano, a Marcianise, il Taranto lasciava due punti fondamentali per la corsa al titolo nel girone H, pareggiando 2-2 in casa della squadra allenata da Antonio Foglia Manzillo.

Un pomeriggio da batticuore. Dopo una manciata di minuti, 5' per l'esattezza, Letizia lascia partire un bolide dal limite dell'area, il portiere di casa Apuzzo non può farci nulla, Matera già in vantaggio. Tutti con il fiato sospeso, si guarda anche a Marcianise, dove il Taranto con Prosperi al 9' riporta tutto in equilibrio di classifica.

Ma, al 20' fallo di mano di Pino in area di rigore e Coppola non perdona Bifulco, siglando il pareggio del Real Vico. Il cuore dei tifosi materani si ferma. Pulsazioni che tornano vive al 32', quando Citro con una spettacolare rovesciata riporta in parità anche il match di Marcianise. Una stabilità mentale e nei risultati che dura poco però. Al 39' Molinari riporta in avanti i rossoblu tarantini. Sui parziali di 1-1 a Massaquano e 1-2 a Marcianise, si va negli spogliatoi con il Taranto lanciatissimo.

Le partite però, a calcio, durano la bellezza di novanta minuti. Si torna in campo. Per il Matera è un arrembaggio, i biancazzurri ci provano ripetutamente e al 12' il centravanti aggiunto, Gaetano Iannini, riporta avanti il Matera. La squadra di Cosco sa di non poter più rischiare e continua a spingere, sino a quanto, al 27' Roselli con un'azione personale e caparbia sfonda ancora il muro del Real Vico, per un 1-3 che mette a riparo da eventuali sorprese finali.

Sorprese che non sono finite. Il bello del calcio, dicevamo, e che le gare terminano con il triplice fischio, quando ormai il cronometro dice che mancano meno di 15', al 32' per l'esattezza, Iadarestra trafigge Marani per il 2-2 a Marcianise. Esplode l'entusiasmo dei tifosi del Matera. Al triplice fischio di Massaquano, bisogna attendere solamente pochi minuti, poi la festa biancazzurra può esplodere: questa volta il campionato una strada l'ha scelta ed è quella che porta a Matera.
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.