differenziata in classe
differenziata in classe
Scuola e Lavoro

A borgo La Martella la scuola fa da buon esempio

Un progetto scolastico di educazione ambientale. Consegnati contenitori per la raccolta differenziata

Ventuno raccoglitori per l'immondizia consegnati dal Comune alla scuola elementare che si trova a borgo La Martella.

Ventuno contenitori che saranno utilizzati dagli alunni della scuola primaria del piccolo borgo alle porte della città dei Sassi, per effettuare la raccolta differenziata.

L'iniziativa è partita dalle insegnanti in servizio presso la scuola che stanno portando avanti un progetto di educazione ambientale e che per questo hanno chiesto all'amministrazione comunale di venir loro incontro, fornendo i contenitori per differenziare i rifiuti.

Una richiesta immediatamente recepita dall'assessore all'Ambiente del Comune di Matera, Giuseppe Tragni, che plaudendo all'iniziativa si è voluto recato personalmente presso la scuola per consegnare contenitori.

"Abbiamo aderito a questa iniziativa - ha spiegato Tragni-– perché è importante che si porti avanti una campagna di sensibilizzazione verso una pratica corretta della raccolta differenziata dei rifiuti, in vista della definizione delle procedure di aggiudicazione del nuovo bando per la gestione del ciclo dei rifiuti".

L'iniziativa svoltasi presso la scuola del Borgo La Martella è solo il primo passo.

Il Comune, infatti, si sta organizzando per poter allargare l'attività anche alle altre scuole, in maniera che inizino quella necessaria opera di comunicazione, sensibilizzazione ed educazione alla raccolta differenziata ed al servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti, che presto verrà attivato nella città di Matera.


4 fotocontenitori differenziata
differenziata in classedifferenziata in classedifferenziata in classedifferenziata in classe
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.