Shopping
Territorio

Al via i saldi invernali

Occhio al prezzo e alle truffe

Archiviate le abbuffate natalizie, tutti in piazza per gli attesissimi saldi invernali 2018.

Ad aprire il valzer delle vendite scontate saranno i commercianti lucani dove i saldi prenderanno il via il prossimo 2 gennaio. A ruota, il 3 gennaio, seguirà la Valle d'Aosta, poi si accoderanno tutte le altre regioni d'Italia. Fanalino di coda sarà la Campania, che darà il via alla stagione dei saldi solo il 2 aprile.
Per evitare brutte sorprese, la Federconsumatori ha pubblicato un decalogo mirato proprio ad evitare raggiri e truffe.

1) Per accertarsi se davvero i prezzi dei prodotti sono stati ribassati, occorrerà verificare se, alla data di apertura dei saldi, il prezzo pieno era davvero quello indicato nelle etichette. 2) Non bisogna mai fermarsi alla prima vetrina ma occorre fare una vera indagine di mercato, confrontando i prezzi. 3) Diffidate dalle vetrine che reclamizzano sconti eccessivi, superiori alla media del periodo. 4) I prodotti venduti a saldo devono essere di fine stagione e non delle passate stagioni. 5) Prestate attenzione al cartellino e controllate che il vecchio prezzo sia indicato espressamente, così come quello nuovo e il valore dello sconto in percentuale. 6) Non esiste l'obbligo di far provare i capi: è a discrezione del negoziante. 7) I commercianti che possiedono il Pos sono obbligati ad accettare il pagamento con carte di credito o bancomat. 8) Conservate sempre lo scontrino come prova d'acquisto. 9) Nel caso in cui ravvisate una truffa, dovete presentare denuncia ai vigili urbani, all'ufficio comunale per il commercio o ad una associazione dei consumatori. 10) Stabilite un budget massimo per gli acquisti, evitando di sforare.
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.