Matera Città dei Sassi
Matera Città dei Sassi
Vita di città

“Art bonus” per la chiesa di San Pietro da Morrone

Il Comune invita a donare per il recupero dell’importante bene rupestre

Imprenditori chiamati a raccolta per finanziare attraverso l'Art bonus il recupero ed il restauro della chiesa rupestre San Pietro da Morrone. L'Art Bonus è un articolo della legge 106 del 2014 che promuove benefici fiscali per favorire il mecenatismo culturale. Le imprese possono avere agevolazione fiscale fino al 65% per le erogazioni liberali a sostegno della cultura.

Uno strumento che ha consentito il recupero di molti beni del patrimonio culturale italiano.

Per questo l'amministrazione comunale già nella scorsa primavera aveva deciso di attivare le procedure all'Art bonus per il restauro e il recupero della Chiesa Rupestre San Pietro da Morrone, che nel marzo scorso era stata inserita nell'elenco dei beni di interesse culturale del Ministero per i beni e le attività culturali.

La chiesa, scoperta nel 2013 da Raffaele Paolicelli (presidente dell'associazione Antros), e da Angelo Fontana, una guida turistica regionale, è ubicata nel rione Civita, nelle vicinanze della cattedrale.

In epoca angioina era una delle parrocchie della città e la sua importanza era tale da dare il nome a tutta la contrada circostante. Negli ultimi due secoli luogo di culto, ormai in disuso, è stato adibito a cantina ed ad abitazione, fino ad essere abbandonato a se stesso, dopo lo sfollamento dei Sassi previsto per legge nel 1952.

Un bene della città meritorio di interessamento, che il Comune non poteva ignorare, scegliendo la strada dell'Art Bonus per arrivare al suo recupero, attraverso il coinvolgimento di privati cittadini e di realtà imprenditoriali sensibili alle tematiche culturali.

"Infatti- spiega L'assessore ai Sassi Angela, Fiore- Aderendo a questa iniziativa vogliamo consentire di incentivare la cultura e il restauro di importanti edifici comunali, dando la possibilità sia ad aziende che a privati di contribuire alla crescita del patrimonio della città ottenendo, in cambio, tangibili vantaggi fiscali. La donazione è assolutamente libera nel senso che chiunque può determinare autonomamente la somma da destinare a questo importante scopo".

Chiunque avesse intenzione di contribuire al recupero, al restauro, alla tutela e alla fruizione della Chiesa Rupestre di San Pietro da Morrone, potrà farlo collegandosi al sito www.artbonus.gov.it.
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.