Palazzo di Giustizia Matera
Palazzo di Giustizia Matera
Vita di città

Buoni spesa, sentenza Tribunale a favore del Comune:

Per i giudici: “Nessuna discriminazione a immigrati non residenti”

Sulla vicenda dei buoni spesa il Tribunale di Matera dà ragione al Comune. Dal Palazzo di Giustizia materano hanno, infatti, rigettato il ricorso presentato da una cittadina immigrata non residente nel comune di Matera, che si era rivolta al tribunale denunciando una presunta discriminazione da parte dell'amministrazione comunale, che con delibera di giunta aveva stabilito le regole per l'erogazione delle risorse da destinare a buoni spesa.

Nel dispositivo rilasciato dal tribunale si sottolinea che il Comune ha agito con giudizio, non contrastando le norme sulle discriminazioni. Nello specifico, l'obiezione che veniva sollevata al Comune riguardava la richiesta della residenza nella città di Matera. Ebbene, a quanto stabilito dalla sentenza, il Comune, per tutelarsi, ha agito correttamente nel richiedere la residenza nella città dei Sassi per accedere al buono spesa, giustificando la decisione con la volontà di scongiurare possibili frodi da parte di persone che, pur non avendo i requisiti richiesti, avrebbero potuto procurarseli in maniera fraudolenta.

"In particolare, - si legge nella sentenza- come ha osservato l'ente comunale, uno stesso nucleo familiare, variando il proprio domicilio a mezzo di richieste intestate a diversi suoi componenti, potrebbe avanzare in diversi comuni più istanze per ottenere più buoni spesa, comportamento illecito che da un lato sarebbe agevolato dal breve lasso temporale richiesto per il cambio di domicilio e, dall'altro, permetterebbe di ottenere un indebito vantaggio, evento questo già di per sé illecito che assume maggior lesività considerando la riduzione delle risorse finanziarie che comporterebbe per altri legittimi beneficiari della misura emergenziale".

Soddisfatta del pronunciamento dei giudici l'assessore alle Politiche sociali, Marilena Antonicelli che ha commentato "Il Tribunale ha sancito il corretto comportamento del Comune improntato a criteri di equità e non certo di carattere discriminatorio. Proseguiremo nella distribuzione dei buoni spesa per far fronte alle richieste dei cittadini e avvieremo anche la diffusione dei sussidi previsti dalla social card della Regione. Se l'emergenza sanitaria non può dirsi ancora conclusa, purtroppo quella economico-sociale è solo agli inizi. Il Comune di Matera è stato tra i primi in Italia a erogare i buoni spesa dando prova di efficienza e tempestività nell'intervento. Bisogna ora continuare a lavorare per dare un sostegno concreto a tutti i cittadini che purtroppo non ce l'hanno o non ce l'hanno più".

Sempre sui buoni spesa, però, a fine aprile il Tar Basilicata aveva dato torto al Comune accogliendo il ricorso di un immigrato albanese, non residente bensì domiciliato nella città dei Sassi.
  • Comune di Matera
  • Tribunale di Matera
Altri contenuti a tema
Inaugurato l'anno giudiziario, il bilancio in Basilicata Inaugurato l'anno giudiziario, il bilancio in Basilicata In aumento i reati commessi dai minorenni
Mensa scolastica, si attendono le decisioni Mensa scolastica, si attendono le decisioni Ancora incerta la ripresa del servizio. Interrogazione di Casino (FI)
Randagismo felino, collaborazione tra Comune e ASM Randagismo felino, collaborazione tra Comune e ASM Avviato il percorso di riconoscimento delle colonie di gatti
Progetto Parco del Campo, presentato studio di fattibilità Progetto Parco del Campo, presentato studio di fattibilità Gli elaborati tecnici illustrati al Comune
Bonus gas, il Comune di Matera per ora non attiva lo sportello Bonus gas, il Comune di Matera per ora non attiva lo sportello L'Anci e i Comuni hanno ricevuto notizie confuse dalla Regione
Efficientamento energetico, lampade a led nelle scuole Efficientamento energetico, lampade a led nelle scuole 709 i corpi illuminanti sostituiti
Tribunale di Matera, disagi denunciati dalla Camera penale locale Tribunale di Matera, disagi denunciati dalla Camera penale locale Presidente Michele Porcari: “mortificati il decoro e la dignità dell’esercizio professionale”
Progetti di giustizia riparativa con minori Progetti di giustizia riparativa con minori Servizio svolto presso alcuni parchi della città
© 2001-2023 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.