Biblioteca Stigliani
Biblioteca Stigliani
Vita di città

Chiusura Biblioteca Stigliani, Matera alza le barricate

M5S, Matera Civica e circolo Culturale la Scaletta pronti a dare battaglia. Indetta per domenica una manifestazione

La città pronta ad alzare le barricate per evitare la chiusura della biblioteca Provinciale Tommaso Stigliani. In campo, oltre alle associazioni culturali, anche le compagini politiche che chiedono alle istituzioni di intervenire per scongiurare la chiusura di un importante presidio culturale per la città di Matera.
Perché- affermano dal Movimento Cinque Stelle- "scongiurare la chiusura della Biblioteca "Stigliani" di Matera non è soltanto un tentativo che la politica deve fare ma è un obbligo che culturalmente dobbiamo perseguire".
Per i pentastellati occorre un'azione sinergica tra amministrazione provinciale, Comune e Regione per definire "una volta per sempre il modello di gestione della Biblioteca". Un modello – continuano "che sia sostenibile e che consenta agli studenti materani ed a quanti sono frequentatori abituali delle sale del Palazzo dell'Annunziata di vivere con serenità e certezza il futuro tra i volumi della storia di Matera e della Provincia".
Anche perché- sostengono dal circolo culturale La Scaletta "La Biblioteca provinciale di Matera non può continuare ad essere esposta ai venti dell'incertezza politica e di bilancio".
Il presidente dell'associazione materana Paolo Emilio Stasi si dice convinto della necessità immediata di uno stanziamento di risorse da parte del governo regionale per il funzionamento della Biblioteca. "Ma- sostiene Stasi- è assolutamente indispensabile che tutti gli Enti preposti predispongano un piano di investimenti per evitare che in futuro si debba nuovamente discutere della gestione di uno dei patrimoni librari più importanti del Mezzogiorno".
Intanto il movimento politico Matera Civica invita la comunità della città dei Sassi a scendere in piazza per far sentire la voce del proprio dissenso per evitare l'interruzione del servizio pubblico.
L'appello per la cittadinanza è a partecipare ad una manifestazione pubblica organizzata per domenica 30 gennaio, alle ore 11, dinanzi al Palazzo dell'Annunziata "con tutti i protagonisti che si sono già espressi e che si vorranno esprimere in favore di un prezioso presidio di cultura e libertà come la nostra Biblioteca".
  • Movimento cinque stelle
  • Biblioteca provinciale
  • La Scaletta
  • matera civica
Altri contenuti a tema
Crisi della Sanità, il Circolo La Scaletta incontra l’assessore Fanelli Crisi della Sanità, il Circolo La Scaletta incontra l’assessore Fanelli Stasi: la Regione investa nella formazione di giovani specialisti
Una Fondazione per la Biblioteca provinciale “Tommaso Stigliani” Una Fondazione per la Biblioteca provinciale “Tommaso Stigliani” Occorre muoversi per evitare il declino: nota di Pasquale Doria
Eliporto, chi l'ha visto? Eliporto, chi l'ha visto? Segnalazione e successiva verifica sul posto di Matera Civica
Una proposta di Matera civica sugli appalti Una proposta di Matera civica sugli appalti "Da escludere le ditte non impegnate ad assumere giovani e donne"
I Quaderni de La Scaletta I Quaderni de La Scaletta Pubblicato online il settimo numero della rivista scaricabile gratuitamente
Bennardi e il Movimento 5 stelle esultano Bennardi e il Movimento 5 stelle esultano Per i risultati ottenuti a Matera e in Basilicata
Movimento 5 stelle e Fratelli d'Italia vincono elezioni in Basilicata Movimento 5 stelle e Fratelli d'Italia vincono elezioni in Basilicata La situazione nei collegi uninominali e con il proporzionale (plurinominale)
Nucleare: alcune domande prima del voto ai candidati Nucleare: alcune domande prima del voto ai candidati Iniziativa del Movimento Matera Civica
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.