sequestro armi e droga
sequestro armi e droga
Cronaca

Concluse indagini per traffico di armi e droga

Sono 24 gli avvisi notificati dalla Polizia di cui quattro nei Comuni murgiani

Notificati avvisi di conclusione indagine per 24 persone accusate a vario titolo di detenzione e porto illegali di armi e munizioni, spaccio di sostanze stupefacenti, furto aggravato, spendita di banconote false, possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi, ricettazione, truffa a compagnia d'assicurazione per falso incidente stradale e spari in luogo pubblico.

A notificare gli avvisi, su disposizione della Procura di Matera, sono stati gli stessi agenti della Polizia di Stato che ha condotto le indagini, riferite a reati commessi nelle province di Bari e Matera, dal settembre 2016 al luglio 2017. Gli inquirenti hanno iniziato ad indagare dopo che erano giunte segnalazioni sull'esplosione di colpi d'arma da fuoco.

19 delle 24 persone indagate sono residenti a Matera e provincia, 4 sono residenti nella provincia di Bari, mentre 1 vive in provincia di Pordenone. Nel corso delle indagini sono state svolte numerose perquisizioni che hanno portato al sequestro di diverse centinaia di grammi di sostanze stupefacenti, nove pistole, tutte clandestine e di diverso calibro e marca, un teaser (arma in grado di produrre scariche elettriche), diversi coltelli e centinaia di munizioni.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, a Matera e provincia si era sviluppato un florido traffico di armi e droga provenienti dalla Puglia, in particolare dalle vicine città di Altamura, Gravina e Santeramo. Gli agenti sono riusciti ad identificare i responsabili degli atti criminali, anche grazie alla visione di immagini delle telecamere presenti nelle zone interessate.

Le indagini hanno accertato anche truffe alle assicurazioni per mezzo di falsi incidenti stradali e lo smercio di carte di identità, che dopo una falsa dichiarazione di smarrimento, cambiandone la foto, venivano cedute a cittadini albanesi, che le utilizzavano per potersi muovere liberamente in Europa. Per questo due albanesi sono stati arrestati a Milano.

Le indagini hanno anche fatto emergere la spregiudicatezza di alcuni degli indagati, che si sono resi responsabili anche di atti intimidatori e vessatori nei confronti di un cittadino straniero. Sei di loro, infatti, hanno continuato a vessare un extracomunitario che frequentava il loro stesso bar, deridendolo, picchiandolo, minacciandolo, anche con una pistola e costringendolo a farsi dare soldi, oppure a farsi pagare le loro consumazioni. Non contenti, dopo che l'uomo aveva sporto denuncia nei loro confronti, hanno continuato a minacciarlo per costringerlo a ritirarla. Per questo motivo quattro di loro sono stati già condannati in primo grado dal Tribunale di Matera per estorsione aggravata e continuata, mentre altri due hanno optato per il patteggiamento.
  • Polizia di Stato
Altri contenuti a tema
Invita gruppo ragazzi ad abbassare voce e viene preso a calci Invita gruppo ragazzi ad abbassare voce e viene preso a calci Disavventura per un materano. Denunciato l'aggressore
Operazione antidroga, soldi e droga sequestrati Operazione antidroga, soldi e droga sequestrati Durante le perquisizioni la Polizia ha trovato 32 mila euro
Spaccio di droga in provincia di Matera, grande giro di affari illeciti Spaccio di droga in provincia di Matera, grande giro di affari illeciti Persone finite sul lastrico pur di acquistare sostanze stupefacenti
Operazione anticrimine contro traffico di armi e droga Operazione anticrimine contro traffico di armi e droga Eseguiti 19 arresti, soprattutto in provincia di Matera
Botte alla compagna per otto anni Botte alla compagna per otto anni L’uomo è finito in manette dopo l'ennesima aggressione
Giovane donna morta in casa di amici, disposta autopsia Giovane donna morta in casa di amici, disposta autopsia Le cause sono da accertare. Indaga la Polizia
Uomo minaccia suicidio, salvato dalla Polizia Uomo minaccia suicidio, salvato dalla Polizia Agenti intervenuti in tempo per far desistere l’uomo dai cattivi propositi
Spacca tutto con un bastone, denunciato Spacca tutto con un bastone, denunciato Intervento della Polizia in una casa vacanze
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.