MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccando Per mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo Ad-Blocker. Grazie.
Imprenditori materani a Breslavia
Imprenditori materani a Breslavia
Territorio

Confapi Matera incontra l’amministratore unico dell’Acquedotto lucano

Programmi investimenti e pagamenti alle imprese al centro dei colloqui

Presso la sede di Confapi Matera una delegazione di imprenditori guidata dal vice presidente dell'associazione, Massimo De Salvo, e dal direttore Franco Stella, ha incontrato stamani l'amministratore unico di Acquedotto Lucano, Michele Vita, in carica dallo scorso mese di luglio.

Al centro dei colloqui soprattutto i nuovi programmi di investimenti della Spa e i pagamenti alle imprese creditrici per lavori e manutenzioni che, dopo mesi e mesi di stallo, finalmente stanno ritrovando continuità.

Le imprese di Confapi Matera hanno chiesto di inserire nei bandi di gara la clausola del pagamento diretto ai subappaltatori – peraltro prevista dalla riforma del codice appalti – e, per quanto riguarda in particolare le manutenzioni, hanno auspicato il ricorso a procedure di gara che tengano conto del patrimonio di aziende lucane, in possesso di adeguate qualificazioni e professionalità, ma spesso soccombente di fronte alla concorrenza di imprese di fuori regione che non sempre onorano i propri debiti.

Altra questione posta all'amministratore unico di Acquedotto Lucano è stata quella del conferimento con autobotti delle acque reflue civili negli impianti di depurazione, conferimento che incontra notevoli ostacoli a causa del fermo dell'impianto di Matera e dei continui blocchi imposti a quello di Pisticci San Basilio, con conseguente danno sia all'ambiente che alle imprese del settore.

L'ingegnere Vita ha annunciato iniziative per risolvere la criticità finanziaria in cui versa Acquedotto Lucano, la cui morsa peraltro è stata già allentata, preannunciando cospicui investimenti nel settore energetico, cioè per l'ammodernamento degli impianti di sollevamento e, soprattutto, dei 170 impianti di depurazione gestiti dalla società.

Altrettanti sforzi Acquedotto Lucano compirà per eliminare le sub dipendenze dalla Puglia, attraverso un programma di efficientamento della rete idrica per ridurre i costi energetici e le perdite di rete.

La Basilicata, con un miliardo di metri cubi all'anno, al netto delle stagioni siccitose che si verificano ogni 6-7 anni, è la regione che produce più acqua rispetto alle regioni limitrofe. L'acqua, prima ricchezza della Basilicata.
  • Imprese
  • Confapi Matera
  • Acquedotto lucano
Altri contenuti a tema
L’assessore Michele Casino illustra il programma delle opere pubbliche del Comune di Matera L’assessore Michele Casino illustra il programma delle opere pubbliche del Comune di Matera Tanti lavori ma altrettanta incertezza sui tempi
Acquedotto Lucano: dissequestrati tutti i depuratori Acquedotto Lucano: dissequestrati tutti i depuratori Il tribunale del riesame ha annullato il provvedimento di sequestro dei 49 depuratori
CONFAPI Matera chiede incontro con l’Acquedotto Lucano CONFAPI Matera chiede incontro con l’Acquedotto Lucano Si chiede maggiore attenzione verso il tessuto imprenditoriale lucano
Confapi Matera su iperammortamento per beni di industria 4.0 Confapi Matera su iperammortamento per beni di industria 4.0 Tocca al presidente Massimo De Salvo fare luce sulla questione
Venerdì 27 gennaio il convegno “Diamo credito alle Imprese” Venerdì 27 gennaio il convegno “Diamo credito alle Imprese” Un momento di confronto indetto dalla Confindustria Basilicata
Fino alle 16, niente acqua sulla SS99 Matera-Altamura Fino alle 16, niente acqua sulla SS99 Matera-Altamura L’acquedotto Lucano informa
L’Assessore Acito replica a Confapi Matera su Piano Strategico L’Assessore Acito replica a Confapi Matera su Piano Strategico “Sorprende la superficialità con la quale la stessa abbia affrontato il nascente confronto”
Risolti i problemi alla condotta del Frida Risolti i problemi alla condotta del Frida Tecnici a lavoro anche a meno 12 gradi
© 2001-2017 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.