Nucleare, aree idonee della Basilicata
Nucleare, aree idonee della Basilicata
Territorio

Deposito nucleare, la Basilicata resta contraria

La Regione conferma il suo "no", sulla base delle osservazioni già presentate

La Regione Basilicata conferma la netta contrarietà alle ipotesi, più volte ventilate e sempre temute, di una possibile collocazione nella regione lucana del deposito nazionale di rifiuti radioattivi.

"Sulla questione relativa al deposito dei rifiuti radioattivi non c'è alcuna novità. La posizione della Regione Basilicata rimane la stessa espressa più volte nei mesi scorsi, ribadita con atti concreti e osservazioni - ha detto l'assessore all'Ambiente, Energia e Territorio della Regione Basilicata, Cosimo Latronico -. Nei mesi scorsi abbiamo presentato al Governo, sulla base di analisi , la nostra impossibilità ad ospitare il sito. Abbiamo presentato dei documenti ufficiali alla Sogin illustrando i criteri di esclusione indicati, a vario titolo a seconda delle aree, che riguardano sismicità elevata; fenomeni di fagliazione; rischio e pericolosità geomorfologica e idraulica di qualsiasi grado e le fasce fluviali; livelli piezometrici affioranti o che, comunque, possano interferire con le strutture di fondazione del deposito; parametri chimici del terreno e delle acque di falda; presenza di produzioni agricole di particolare qualità e tipicità, luoghi di interesse archeologico e storico; presenza di infrastrutture critiche rilevanti o strategiche.

"Abbiamo, inoltre, spiegato che la Basilicata – ha aggiunto Latronico - si è già resa disponibile nei confronti del Paese negli ultimi decenni, sia con le attività estrattive che con gli impianti di energia rinnovabile e le dighe. Infine, c'è da sottolineare che alcuni territori italiani si sarebbero autocandidati ad ospitare il sito".
  • Deposito nucleare
Altri contenuti a tema
Tavolo no scorie Basilicata e Puglia: pronti anche al ricorso al Tar Tavolo no scorie Basilicata e Puglia: pronti anche al ricorso al Tar I sindaci mantengono la linea della fermezza
Insediato il Tavolo No scorie nucleari in Basilicata e Puglia Insediato il Tavolo No scorie nucleari in Basilicata e Puglia Resterà costituito finché ci sarà il rischio del deposito nazionale
Nucleare: un Comune del Piemonte vuole deposito nazionale di scorie Nucleare: un Comune del Piemonte vuole deposito nazionale di scorie Favorevole il ministro all'ambiente. Matera ha ribadito il suo "no"
Deposito nucleare: Province Basilicata chiedono incontro a Sogin Deposito nucleare: Province Basilicata chiedono incontro a Sogin Marrese: "Le osservazioni non sono state accolte. Ci spieghi perché"
A Matera un consiglio comunale straordinario sul deposito nucleare A Matera un consiglio comunale straordinario sul deposito nucleare Invitati i sindaci degli altri Comuni
Deposito nucleare: in Basilicata tutti ribadiscono il "no" Deposito nucleare: in Basilicata tutti ribadiscono il "no" Nessuno vuole il "cimitero" di scorie radioattive
Deposito nucleare: Matera, Altamura e Gravina ancora nella lista Deposito nucleare: Matera, Altamura e Gravina ancora nella lista Il Ministero dell'Ambiente ha pubblicato la carta delle aree idonee
No al nucleare, azione dimostrativa a Matera No al nucleare, azione dimostrativa a Matera Per ribadire la netta contrarietà al deposito nazionale in Basilicata e Puglia
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.