consiglio regionale basilicata
consiglio regionale basilicata
Politica

Elezioni regionali: quando voteranno i lucani?

Le incognite sono legate al caso-Pittella e alla nuova legge elettorale

Quando voteranno i lucani? E' un'incognita la data elettorale per il rinnovo del Consiglio regionale della Basilicata e per l'elezione del presidente.

Il 17 e 18 novembre del 2013 i lucani elessero Marcello Pittella (Pd), a capo di una coalizione di centrosinistra. La legislatura terminerà a novembre ma non si voterà fra due mesi. Non sono state indette le procedure elettorali. Così si sta facendo largo l'ipotesi del 20 gennaio. Al momento sono due le candidature alla carica di presidente: la giornalista materana Carmen Lasorella con il movimento politico ''Lucani Insieme'' (in sigla ''LUCi'') ed il rappresentante del Movimento 5 Stelle Antonio Mattia che è stato scelto con le ''regionarie'' on line. La loro campagna è già partita. Nel centrodestra è fresca di pochi giorni l'intesa trovata ad Arcore tra i leader per andare compatti in tutti gli appuntamenti regionali e a livello regionale i partiti si stanno concentrando sulla scelta del candidato che potrebbe avere un profilo non politico.

Resta da definire la partita nel centrosinistra che rischia di presentarsi spaccato. Le scelte sono legate a doppio filo alla vicenda giudiziaria del presidente Marcello Pittella, tornato libero ma ancora sospeso dalle funzioni di presidente per un divieto di dimora a Potenza. Da più parti gli viene chiesto un passo indietro. Tramite i suoi legali di fiducia a cui si è aggiunto anche Franco Coppi, Pittella ha presentato istanza in Cassazione per annullare la misura cautelare con cui il 6 luglio era stato arrestato.

Un altro capitolo controverso riguarda la legge elettorale. In piena estate, l'11 agosto, il Consiglio regionale ha approvato a maggioranza la riforma del sistema di elezione del presidente della Giunta e dei consiglieri regionali. In linea con lo Statuto, viene confermato il sistema maggioritario, con l'elezione diretta del presidente della Regione. Insieme a lui entrerà in Consiglio regionale il candidato presidente della coalizione classificatasi al secondo posto. Gli altri 19 seggi verranno attribuiti con criterio proporzionale alle liste delle due circoscrizioni provinciali di Potenza e Matera, così come è avvenuto in passato. Previsto il voto congiunto, cioè la possibilità di votare esclusivamente per un candidato presidente e per una lista ad esso collegata. Prevista, inoltre, l'abolizione del listino regionale che con il precedente sistema elettorale accompagnava l'elezione del presidente per l'attribuzione del premio maggioritario.

Con la nuova legge elettorale i seggi saranno attribuiti solo alle liste provinciali. Il premio maggioritario sarà assegnato alla coalizione vincente in base alla percentuale raggiunta: fino al 30 per cento, 10 seggi più il presidente; dal 30 al 40 per cento 11 seggi più il presidente; oltre il 40 per cento 12 più il presidente. In ogni caso per la maggioranza è previsto un limite massimo di 14 seggi più il presidente. Per la parità di genere viene stabilito che in ogni lista nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore al sessanta per cento dei candidati. L'elettore può esprimere due preferenze, riservando la seconda a un candidato di sesso diverso, pena l'annullamento delle preferenze successive alla prima. Introdotta, inoltre, la ''sostituzione temporanea'' dei consiglieri nominati assessori, per la durata del mandato, con il primo dei non eletti della stessa lista.

Su questa legge il Ministero dell'Interno ha presentato delle osservazioni. Si deve, quindi, tornare in Commissione e poi in Consiglio per l'approvazione-bis.

Intanto per domani sono indette le elezioni per le Province di Matera e di Potenza. Sono eleggibili e sono elettori i sindaci e i consiglieri comunali dei Comuni dei rispettivi territori di appartenenza. Com'è noto, i cittadini non votano più per le Province.
  • Consiglio regionale
  • Elezioni
  • Giunta regionale
Altri contenuti a tema
Elezioni provinciali, presentate tre liste Elezioni provinciali, presentate tre liste Sindaci e consiglieri comunali voteranno il 18 dicembre
Elezioni comunali, sindaco Altieri non proclamato Elezioni comunali, sindaco Altieri non proclamato Per la Prefettura di Matera c'è una causa di incandidabilità
Elezioni: Albano sindaco di Pisticci Elezioni: Albano sindaco di Pisticci Il risultato del ballottaggio
Elezioni amministrative in provincia di Matera Elezioni amministrative in provincia di Matera I risultati e i sindaci eletti
Elezioni amministrative nei giorni 17 e 18 ottobre Elezioni amministrative nei giorni 17 e 18 ottobre In Basilicata si vota in 26 Comuni. In provincia di Matera sono 6
Regione: proposta di Fratelli d'Italia per l'ostetrica di famiglia Regione: proposta di Fratelli d'Italia per l'ostetrica di famiglia Ma salta approvazione per mancanza numero legale. Commento di Guerricchio
Giunta regionale, assessore Cupparo ritira le dimissioni Giunta regionale, assessore Cupparo ritira le dimissioni Nel governo Bardi torna l'armonia
Regione: maggioranza senza numeri, si dimette assessore Cupparo Regione: maggioranza senza numeri, si dimette assessore Cupparo Bardi riunisce i segretari di partito con incontro urgente
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.