Metano a Jesce zona industriale
Metano a Jesce zona industriale
Territorio

Gli imprenditori di Jesce incontrano l’amministratore unico del Consorzio per lo Sviluppo Industriale

Lunga la lista dei disagi

Presso la sede dell'azienda Daken, nell'area industriale di Jesce, lunedì scorso le imprese dell'agglomerato hanno incontrato Carlo Chiurazzi, amministratore unico del Consorzio per lo Sviluppo Industriale, appositamente sollecitato da Confapi Matera.

Numerosi i problemi sollevati dalle imprese, tra cui il cattivo funzionamento della pubblica illuminazione, la mancanza di segnaletica sulle vie di accesso e di toponomastica nelle strade interne, l'insufficiente manutenzione e pulizia delle strade e del verde, la videosorveglianza, i regolamenti consortili.

"Alcuni passi avanti sono stati fatti – dichiara il direttore di Confapi Matera, Franco Stella, presente all'incontro in rappresentanza di diverse aziende dell'agglomerato -. Ripristinata la pubblica illuminazione dopo un periodo di disfunzione, Chiurazzi si è impegnato a individuare una figura responsabile del decoro e della funzionalità dei servizi in tutte e 3 le aree di competenza consortile, un funzionario dell'Ente che sarà il punto di riferimento diretto delle imprese per ogni necessità".

"Entro 2 mesi inoltre – prosegue Stella – il Consorzio appalterà vari lavori per la manutenzione straordinaria delle strade di Jesce, mentre come Confapi stiamo già discutendo col Comune di Matera per assegnare un nome alle strade interne, così come già fatto per l'area industriale della Martella. Riteniamo, infatti, che Jesce debba essere dotata di un'idonea toponomastica, perché lo sviluppo economico dell'agglomerato, con l'ampliamento di attività esistenti e l'imminente apertura di nuovi opifici, unitamente alla volontà del Consorzio di rendere l'area maggiormente attrattiva, rendono utile se non indispensabile provvedere all'intitolazione delle strade al fine di rendere più agevole rintracciare e raggiungere le imprese da parte di visitatori, clienti, fornitori, eccetera".

"Sempre con il supporto di Confapi Matera, infine, nelle prossime ore le strade circostanti saranno provviste di segnaletica indicante l'area industriale, per chi proviene via Bari, Taranto o Potenza".

"Restano ovviamente – conclude il direttore di Confapi Matera – numerose altre problematiche da risolvere, su tutte la videosorveglianza e i nuovi regolamenti per i servizi, l'assegnazione dei suoli e le acque meteoriche e di prima pioggia. Riteniamo utile, inoltre, una modifica alla normativa che consenta l'insediamento anche di attività artigianali, attraverso la concessione di piccoli lotti, in modo da rivitalizzare l'area e agevolare la filiera di alcuni settori produttivi, così come è accaduto per l'area de La Martella".
  • Jesce
Altri contenuti a tema
Progetto "sicurezza" nella zona industriale di Jesce Progetto "sicurezza" nella zona industriale di Jesce Telecamere evolute come deterrente contro i furti
Ferrosud, riprende il dialogo tra azienda e sindacati Ferrosud, riprende il dialogo tra azienda e sindacati Incontro tra le parti presso la Confapi. Obiettivo comune: il rilancio dello stabilimento
"Operai della Ferrosud sono simbolo del mondo del lavoro che soffre" "Operai della Ferrosud sono simbolo del mondo del lavoro che soffre" Il vescovo Caiazzo ha celebrato la messa delle Palme nello stabilimento di Jesce
Furto di cavi in rame, arrestati due tarantini Furto di cavi in rame, arrestati due tarantini Scoperti in una stazione carburanti dismessa a Jesce
Torrenti Jesce e Gravina, Berlinguer richiama Nicastro Torrenti Jesce e Gravina, Berlinguer richiama Nicastro Dalle indagini Arpab inquinamento “non trattato dal depuratore di Altamura”
Torrenti Jesce e Gravina, nuove indagini sull’inquinamento delle acque Torrenti Jesce e Gravina, nuove indagini sull’inquinamento delle acque Le analisi termineranno entro il 15 aprile. Previsto l’adeguamento del depuratore in località Pantano.
Torrenti Jesce e Gravina, bonifica a metà Torrenti Jesce e Gravina, bonifica a metà Lavori al via nel tratto altamurano. Stallo in Basilicata
Le aree industriali di La Martella e Jesce preda di atti vandalici e furti Le aree industriali di La Martella e Jesce preda di atti vandalici e furti Confapi e Confindustria chiedono misure urgenti
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.