L'auto dei Carabinieri
L'auto dei Carabinieri
Cronaca

Gonfiava il suo stipendio, denunciato un dipendente della Provincia

Il 55enne, istruttore amministrativo, si era accreditato già oltre 6mila euro più del dovuto

Gonfiava il suo stipendio, andando quasi dieci volte sopra la sua normale retribuzione. Denunciato in stato di libertà un 55enne dipendente dell'amministrazione provinciale di Matera.

I militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Matera hanno denunciato in stato di libertà un 55enne,di Matera, dipendente dell'Amministrazione Provinciale da 34 anni, ritenuto responsabile del reato di frode informatica, per aver sottratto denaro all'Ente di appartenenza, intervenendo senza diritto sui dati informatici relativi alla retribuzione propria e degli altri dipendenti.

È stato accertato infatti, che l'uomo, impiegato con la mansione di "istruttore amministrativo" approfittando della propria mansione di addetto all'invio telematico alla tesoreria provinciale delle retribuzioni assegnate a tutti i dipendenti, nel mese di maggio avesse percepito uno stipendio di oltre 6.300,00 €, a fronte di una retribuzione mensile spettantegli di 800-1000,00 €, e che per il mese di giugno si apprestasse a farsi accreditare in banca 9.300,00 €, molto più di quanto percepiscono anche i funzionari e i dirigenti del suo ufficio.

Il delitto è stato scoperto nell'ambito delle procedure di verifica attuate dall'Amministrazione Provinciale sulla consistenza del proprio patrimonio finanziario, avviate in previsione dell'imminente soppressione della Provincia di Matera, fissata per il 31 dicembre 2014.

L'immediato intervento dei Carabinieri, delegati con urgenza dalla Procura della Repubblica di Matera a perquisire l'ufficio e l'abitazione dell'uomo, ed a sequestrare tutti gli apparati telematici nella sua disponibilità, ha impedito proprio che l'uomo potesse appropriarsi, con lo stipendio di giugno, di questo "tesoretto".

L'indagine sarà trasferita ora all'esame della Procura Distrettuale di Potenza, competente sui reati di criminalità informatica. Ulteriori accertamenti saranno volti a scoprire da quanto tempo l'insospettabile impiegato aumentasse il proprio stipendio, quale somma abbia potuto sottrarre complessivamente all'erario, se l'ha divisa con altri, e cosa ne abbia fatto, considerato che apparentemente egli non conduceva una vita agiata.

L'Amministrazione Provinciale ha immediatamente sospeso il suo dipendente infedele dall'impiego per 30 giorni, in via precauzionale.
  • Truffa
  • Dipendente provinciale
  • Stipendio
Altri contenuti a tema
1 Per famiglia materana vacanza rovinata da un falso annuncio on line Per famiglia materana vacanza rovinata da un falso annuncio on line Scoperto in Sicilia il responsabile di una truffa via web
Allarme truffa ai parroci, messaggio dei notai di Matera Allarme truffa ai parroci, messaggio dei notai di Matera Dopo segnalazioni, il Consiglio Notarile mette in guardia su possibili raggiri
Prenota vacanza in Egitto ma è una truffa on line Prenota vacanza in Egitto ma è una truffa on line Vittima una donna di Matera. Scoperta una falsa agente di viaggio
Prenota casa vacanze in Salento ma è una truffa on line Prenota casa vacanze in Salento ma è una truffa on line Un uomo di Matera ha denunciato il raggiro. Scoperto il responsabile
Attenzione alle false email della Polizia Attenzione alle false email della Polizia Possono nascondere tentativi di truffa online o pericolosi virus
Operai forestali da mesi senza stipendio Operai forestali da mesi senza stipendio I sindacati chiedono un incontro al presidente Pittella
Allarme truffa, Adiconsum mette in guardia da false mail Enel Allarme truffa, Adiconsum mette in guardia da false mail Enel Segnalate e-mail dal contenuto ingannevole
Risarcimento danni, condannati ex promotore e BPPB Risarcimento danni, condannati ex promotore e BPPB 415.000 euro da rimborsare a tre risparmiatori
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.