vigili del fuoco
vigili del fuoco
Territorio

I vigili del fuoco chiedono più uomini

Sindacati e parlamentari M5s chiedono al governo di accogliere le richieste dei VdF

E' più di un mese che le sigle sindacali, che rappresentano i lavoratori del corpo dei vigili del fuoco di Matera, hanno inoltrato la richiesta di circa 20 unità da aggiungersi al personale in servizio.
Una richiesta motivata dal numero sempre crescente di visitatori che affollano la città, e che nel 2019, con l'appuntamento con la Capitale Europea della Cultura, sicuramente aumenteranno esponenzialmente in quantità.
Richiesta e preoccupazioni che le organizzazioni sindacali hanno a più riprese inoltrato al Ministero degli Interni ed agli organi di competenza.
Il numero di uomini attualmente in servizio non è sufficiente per affrontare le criticità che potranno presentarsi con Matera 2019.
Problematici gli interventi nel centro storico e criticità evidenziate nel corso di eventi, come la recente festa della Bruna.
Insomma, bisogna prevenire qualsiasi tipo di situazione che comporti pericolo, aumentando il personale a disposizione dei vigili del fuoco di Matera e realizzando un presidio del corpo nel cuore antico della città, così da consentire una maggiore immediatezza di intervento.
Richieste formulate dai sindacati e recepite dai parlamentari del Movimento Cinque Stelle, che ne hanno condiviso analisi e conclusioni.
I parlamentari Agnese Gallicchio, Saverio De Bonis, Arnaldo Lomuti (portavoce M5S Senato), Mirella Liuzzi e Luciano Cillis (Portavoce M5S alla Camera), in una nota congiunta, hanno espresso piena consapevolezza che le richieste, formulate dalle associazioni sindacali dei lavoratori del corpo dei vigili del fuoco di Matera, hanno una certa priorità.

Per il presidio del corpo nel centro storico, non ci dovrebbe essere problemi. Pare che a giorni, infatti, l'amministrazione provinciale debba mettere a disposizioni alcuni locali.
Per ciò che concerne il rafforzamento dell'organico, i parlamentari pentastellati spiegano come ci sia, al vaglio del Parlamento, un decreto legislativo che racchiude disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo n. 97 del 2017 relativo al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.
Un intervento normativo che punta a migliorare l'organizzazione del corpo, consentendo, inoltre, alle organizzazioni sindacali, di essere consultate prima della stesura del disegno di legge di bilancio.
"Questo significa che il Corpo potrà avanzare direttamente richieste per poter meglio destinare le risorse finanziarie che da tempo chiedono di essere destinate al potenziamento qualitativo e quantitativo di uomini e mezzi"- concludono i parlamentari Cinque Stelle.

    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.