Stazione FAL
Stazione FAL
Territorio

Il biglietto unico unisce Puglia e Basilicata

Parte l'accordo tra Fal e Ferrotranviaria

Un biglietto unico per viaggiare dalla Puglia alla Basilicata.

Il progetto è stato presentato a Bari, da Matteo Colamussi e Massimo Nitti, rispettivamente presidente delle Ferrovie Apulo lucane, che serve il territorio interno della Murgia, e il direttore della società Ferrotramviaria che serve città tra Puglia e Basilicata.

Il progetto denominato "Allacciate le cinture" partirà effettivamente da marzo e consentirà ai viaggiatori di transitare liberamente sui mezzi delle due società, muovendosi da, e per, tutte le destinazioni servite tanto dalle Fal quanto dalla Ferrotranviaria.

Il progetto – è stato spiegato nel corso dell'incontro – abbraccia un bacino di utenza di circa un milione di abitanti e consentirà, ad esempio, a pugliesi e lucani di raggiungere l'aeroporto "Karol Wojtyła" di Bari con un solo tagliando di viaggio. Presto il sistema sarà esteso anche a Trenitalia e così i tre operatori ferroviari, che movimentano ogni anno 27 milioni di viaggiatori sul territorio pugliese, saranno integrati in un sistema unico che servirà 116 località, pari al 70% del totale.

Contestualmente alla presentazione del biglietto unico integrato è stato inaugurato l'ascensore che oltre a consentire l'accesso in stazione anche ai disabili, collega le sedi baresi della Fal e di Ferrotramviaria in piazza Roma, consentendo ai passeggeri di transitare da una stazione all'altra senza dover uscire all'esterno.

Intanto i due responsabili delle società hanno anche assicurato che nei prossimi mesi si provvederà a stilare un quadro orario unitario per facilitare ulteriormente lo spostamento dei viaggiatori. A questo punto restano da capire i costi.
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.