Metano a Jesce zona industriale
Metano a Jesce zona industriale
Enti locali

Le zone industriali del materano verso la completa funzionalità

Il Csi ripristina l'illuminazione, è al lavoro per la videosorveglianza e il gas metano

Si lavora per migliorare la condizione delle aree industriali materane. Dopo la conclusione dei lavori per la messa in opera dell'illuminazione, sono partiti in questi giorni i lavori per la videosorveglianza a Jesce, mentre ci sono passi in avanti significativi per l'arrivo del gas metano anche alle aziende che hanno scelto la zona industriale di La Martella per operare.

Sono i risultati del lavoro messo in campo dal Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Matera nei primi giorni del 2014 e che costituiscono il contenuto del primo "bollettino informativo" che i vertici dell'ente hanno inviato ai dirigenti delle associazioni di rappresentanza del mondo dell'impresa. La lettera fa seguito agli impegni presi tra l'ente e le organizzazioni in occasione della riunione del dicembre scorso in cui si concordò di tenere un filo di comunicazione continua e diretta tra le parti, con l'indicazione di un cronoprogramma dei lavori in corso.

La zona industriale di Jesce è tornata ad essere completamente illuminata dopo la sostituzione di 250 lampade, con i relativi accenditori e reattori, che erano stati messi fuori uso dagli sbalzi di tensione elettrica di cui l'area è oggetto per un cattivo funzionamento della rete elettrica. Con i lavori effettuati si è provveduto anche ad eliminare i riduttori di flusso di cui erano dotati le armature stradali che mal sopportavano gli sbalzi di tensione e per questo motivo i tecnici del Csi ritengono che il problema sia stato definitivamente risolto.

Pubblica illuminazione ripristinata all'80 percento anche nell'area industriale di La Martella, dove i furti di rame che si sono verificati nella zona impediscono al momento il funzionamento della totalità degli impianti. In ogni caso il Consorzio ha provveduto a sostituire circa 120 lampade danneggiate e ha stanziato 100 mila euro per la realizzazione di un primo progetto di ripristino della rete che scongiurerà anche il pericolo di nuovi furti di rame. Nell'area industriale di Ferrandina, infine, è stato completato ed è attivo da circa 2 mesi l'impianto di pubblica illuminazione finanziato dalla Regione per circa 500 mila euro.

Buone notizie anche per il ripristino della fibra ottica e per l'attivazione del servizio di videosorveglianza a Jesce e a La Martella. La scorsa settimana è stato sottoscritto il contratto per i lavori nella zona di Jesce. I cantieri saranno aperti nel corso di questa settimana e resteranno attivi per 45 giorni, tempo di esecuzione delle opere. A giorni inoltre sarà sottoscritto anche il contratto per l'area di La Martella dove si attende la consegna da parte dell'impresa di un ultimo certificato.

Sta arrivando a conclusione infine anche il lungo percorso per la realizzazione e l'attivazione della rete del gas metano nella zona di La Martella. In questi primi giorni del 2014 è stata completata la installazione della cabina di decompressione. La prossima settimana saranno completatati i raccordi per il collegamento alla rete Snam. Per l'immissione di gas nella rete (impianto già collaudato) è necessario l'allacciamento elettrico che l'Enel sta provvedendo a rendere operativo e per la realizzazione del quale ha già affidato i lavori. Occorrerà poi il nulla osta della Snam per il collegamento al metanodotto.
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.