Il Lidl di Montescaglioso sta crollando
Il Lidl di Montescaglioso sta crollando
Cronaca

Matera e provincia in ginocchio, crolla la "nuova" strada sotto Montescaglioso

Già si calcolavano danni per oltre 50 milioni di euro, ma la situazione è sempre più granve con il passare dei minuti

Aggiornamento 22.45. Dalla amministrazione del comune di Montescaglioso è stato annunciato l'attuale impegno da parte dell'Italgas per la realizzazione di una condotta d'emergenza, che temporaneamente provvederà a concedere la fornitura agli abitanti del centro in provincia di Matera.

Aggiornamento ore 20. La situazione molto critica è passata al vaglio delle Forze dell'Ordine e della Protezione Civile, oltre che delle autorità locali, mentre nella mattinata di domani sarà effettuato un sopralluogo da parte anche dell'assessore regionale alle Infrastrutture, Luca Braia. La strada ha continuato a cedere leggermente, siamo ormai intorno ai due metri di dislivello. Intanto, sono stati disposti alcuni sgomberi e la città è quasi isolata, considerando le non ottimali condizioni, per via di fango e detriti, delle altre strade d'accesso, quella proveniente da Matera e quella verso Ginosa, che restano utilizzabili al momento, ma con doverosa attenzione.

Aggiornamento. A Montescaglioso la situazione è molto, molto critica. La strada dello scorrimento sta cedendo vistosamente con il passare dei minuti e delle ore. Anche l'ipermercato Lidl, il cui tetto è già crollato, sta pian piano piegandosi su di un lato e cedendo allo smottamento della zona. La visione è davvero apocalittica nella zona e la problematica sta toccando anche campagne e abitati nelle vicinanze. Intanto, agli abitanti di Montescaglioso è stato raccomandato di chiudere il gas, per evitare problematiche con le condotte.

Matera e provincia ridotte ai minimi termini. Il mare avanza e allaga Metaponto, sott'acqua da tre giorni, le strade sono infangate e molte non percorribili. Chiusa anche questa mattina la statale Jonica in direzione Taranto, nel pomeriggio la riapertura. Disagi per cittadini costretti ad abbandonare le proprie abitazioni, aziende che vedono bloccate la propria produzione o sono state costrette a perdere tantissima produzione (vedi aziende agricole). Nel più breve tempo possibile, bisognerà intervenire per poter evitare il degrado di una situazione già in bilico.

Questa mattina le condizioni del meteo sembrano migliorate, e vengono a galla i tantissimi disagi che, in questi giorni, pensando all'emergenza, non si erano notati. Una Provincia intera da ricostruire, un territorio nuovamente in ginocchio dopo poco più di un mese dall'ultimo nubifragio (7 e 8 ottobre 2013), che in quel caso colpì solamente la costa, mentre questa volta si è esteso su tutto il perimetri del materano.

A questo proposito fa la voce grossa il presidente della Provincia di Matera, Franco Stella, che richiama l'attenzione su una tragedia non meno grave di quella che ha colpito altri territori e che, solamente per una maggiore organizzazione, non ha provocato vittime. "Tutte le tragedie hanno uguale dignità e necessitano della medesima attenzione", spiega Stella nella lettera inviata al presidente del Consiglio dei Ministri, ed ai ministri delle Infrastrutture e dello Sviluppo Economico, al presidente dell'Upi, al presidente della Regione Basilicata e per conoscenza al prefetto.

"Uno scenario apocalittico che si è consumato in soli due giorni durante i quali questa Amministrazione, nonostante le esigue disponibilità economiche e le modeste risorse umane e strumentali, ha profuso sforzi indicibili per contrastare la deriva totale a cui questo ciclone ci ha costretti. Non abbiamo più parole - prosegue Stella - per descrivere lo stato di scoramento in cui versano le popolazioni colpite, le nostre comunità sono lacerate difronte a tanta distruzione".

Un'ammissione di impotenza dal punto di vista economico e strutturale. "Non siamo nelle condizioni di reagire, abbiamo borghi e campi agricoli completamente sommersi dall'acqua, case allagate e inagibili, strade completamente divelte e impraticabili. Con un sistema viario destabilizzato - specifica anche l'assessore alla Viabilità Angelo Garbellano - e una economia distrutta, stiamo cercando di quantificare i danni incalcolabili che si vanno a sommare ai precedenti. Da una riunione con il dirigente dell'area Tecnica e l'assessore alle Reti viarie per fare il punto della situazione, abbiamo allertato i sindaci per avere riscontro circa le criticità in essere e sulle quali occorre intervenire immediatamente. Interventi che hanno bisogno di un Vostro riscontro ad horas, perché non possiamo più attendere".

"I gravissimi eventi atmosferici che hanno, ancora una volta, colpito il nostro territorio chiedono la medesima attenzione riservata ad altre regioni e, nel contempo, la Regione Basilicata deve essere consapevole - sottolinea con forza il presidente Stella - che se lo Stato ha bisogno del petrolio lucano, i lucani hanno bisogno di risposte nazionali. Pertanto, al fine di scongiurare il collasso definitivo di una provincia, che già da una stima provvisoria ma destinata a crescere conta danni per circa 50 milioni di euro, è urgente che tutte le forze, ognuna per le rispettive competenze, voglia adoperarsi per il riconoscimento dello stato di calamità per la Basilicata e per rendere subito disponibili le risorse necessarie".

Intanto arriva da Montescaglioso l'avviso di non percorrere lo scorrimento che porta dalla statale su in paese, per via dello smottamento completo completo della carreggiata, come riportato dalle immagini.

(Nel set fotografico anche le foto da Metaponto di Marco Capalbo - foto da Montescaglioso di Raffaello Venezia e dello Studio Ingegner Raddi Giambattista)
22 fotoAlluvione, le immagini da Matera e Metaponto
Pioggia a Matera i SassiPioggia a Matera i SassiPioggia a Matera stradePioggia a Matera stradePioggia a Matera strade infangatePioggia a Matera strade infangatePioggia a Matera strade infangatePioggia a Matera strade infangatePioggia a Matera strade infangatePioggia a Matera stradeMetaponto allagata dopo l'alluvioneMetaponto allagata dopo l'alluvioneMetaponto allagata dopo l'alluvioneMetaponto allagata dopo l'alluvioneMetaponto allagata dopo l'alluvioneMetaponto allagata dopo l'alluvioneScorrimento di Montescaglioso, la strada dopo l'alluvioneScorrimento di Montescaglioso, la strada dopo l'alluvioneScorrimento di Montescaglioso, la strada dopo l'alluvioneScorrimento di Montescaglioso, la strada dopo l'alluvione (Raddi)Scorrimento di Montescaglioso, la strada dopo l'alluvione (Raddi)Scorrimento di Montescaglioso, la strada dopo l'alluvione (Raddi)
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.