ministro alberto bonisoli
ministro alberto bonisoli
Territorio

Ministri a Matera: oggi è il giorno di Bonisoli

Il ministro dei Beni Culturali in visita nella città dei Sassi

Non una vera e propria staffetta… ma quasi.

Ieri era arrivata Barbara Lezzi, Ministro per il Sud in visita ai cantieri delle opere in realizzazione dalle ferrovie Appulo Lucane.
La Lezzi, infatti, ieri ha fatto visita al cantiere Fal di Matera Serra Rifusa, dove l'Azienda sta realizzando un parcheggio di interscambio (troveranno posto circa 300 auto e 30 bus turistici) ed una nuova fermata lungo la tratta ferroviaria Bari-Matera, alla moderna stazione di Villa Longo, completamente ristrutturata l'anno scorso ed al cantiere della nuova stazione FAL progettata dall'architetto Stefano Boeri.
Oggi, invece, tocca al Ministro per i Beni Culturali Alberto Bonisoli.

Non una visita di cortesia, ma un sopralluogo per verificare lo stato di avanzamento dei lavori previsti in funzione di Matera capitale europea 2019 e per confrontarsi con il Comune di Matera, la Regione Basilicata, la Provincia di Matera, la Fondazione Matera Basilicata 2019, Invitalia, l'Anas, le Ferrovie Appulo Lucane: insomma, un faccia a faccia con tutti i soggetti istituzionali, pubblici e privati, impegnati a livello organizzativo e operativo per Matera 2019.
Il tour nella città di Matera per il ministro Bonisoli è incominciato con una visita alla Cava del Sole, seguita da una passeggiata nei Sassi. La mattinata prosegue, poi, con un incontro istituzionale presso la prefettura.
Nel pomeriggio, invece, il ministro dei beni culturali sarà impegnato presso l'archivio di Stato, cui seguirà una visita al Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Basilicata di Palazzo Lanfranchi.

La giornata materana per Bonisoli si concluderà al Museo Archeologico Nazionale "Domenico Ridola".
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.