carrellati rifiuti
carrellati rifiuti
Vita di città

Raccolta differenziata, protesta amministratori condomini

Chiedono chiarezza al Comune e all’azienda che gestisce il servizio

Il servizio di raccolta differenziata porta a porta sta per partire, ma le difficoltà e le incombenze a carico degli amministratori condominiali da parte dell'azienda gestore del servizio non sono poche, con gli amministratori costretti a fare da cuscinetto tra le istanze degli utenti e le richieste del Comune e dell'azienda di gestione dei rifiuti. A lamentarsi della situazione sono proprio gli amministratori condominiali che chiedono misure chiare e trasparenza nelle decisioni che possano così consentire loro di applicare al meglio le indicazioni provenienti dagli organi preposti a gestire la raccolta differenziata.

L'azienda che si occupa del servizio ha chiesto la collaborazione degli amministratori per gli stabili con più di 9 unità immobiliari, ma –sottolineano gli stessi- "a seguito dei primi sopralluoghi effettuati e delle prime consegne dei mastelli condominiali, il cui posizionamento non è stato deciso dagli amministratori, riteniamo indispensabile che il Comune o l'azienda intervengano immediatamente con comunicazioni ufficiali per sgomberare il campo da malintesi e dubbi".

Insomma, c'è un po' di confusione ed è necessario mettere ordine per evitare di correre ai ripari in una fase successiva, magari troppo tardi. Anche perché –ricordano gli amministratori condominiali- "il servizio di raccolta differenziata è obbligatorio e i criteri non sono stati certo stabiliti dagli amministratori di condominio: purtroppo essendo i primi interlocutori dei condomìni siamo stati assaliti e spesso anche accusati della poca chiarezza in merito alle modalità di partenza del nuovo servizio".

Da qui la richiesta di mettere in campo una campagna di informazione e comunicazione, oltre che di formazione rivolta ai cittadini in maniera "da spiegare le ragioni, ad esempio, per le quali i mastelli condominiali devono essere custoditi in aree private e poi temporaneamente posizionati su area pubblica solo per consentire la raccolta dei rifiuti".

In conclusione, i rappresentanti della categoria ricordano che non spetta a loro il compito di formare ed informare. "Non possiamo sostituirci alle istituzioni- concludono, chiarendo la loro posizione, ma dando la massima disponibilità ad azienda e Comune –"per ridurre al minimo i disagi, ma non vogliamo assolutamente essere il capro espiatorio di nessuno".
  • Raccolta rifiuti
Altri contenuti a tema
Festa della Bruna, cambio del calendario per raccolta rifiuti Festa della Bruna, cambio del calendario per raccolta rifiuti Modifiche per la raccolta differenziata
Raccolta volontaria rifiuti, Comune traccia le linee guida Raccolta volontaria rifiuti, Comune traccia le linee guida Importante coordinare la collaborazione tra cittadini e amministrazione
Raccolta differenziata, ecco cosa fare nei festivi Raccolta differenziata, ecco cosa fare nei festivi Sospensione del servizio il 25 dicembre e l’1 gennaio
Raccolta differenziata, ricevuti al Comune i lavoratori Raccolta differenziata, ricevuti al Comune i lavoratori A Palazzo di Città si è discusso dei problemi della raccolta rifiuti
Gestione rifiuti, Sassone attacca Bennardi Gestione rifiuti, Sassone attacca Bennardi “Su servizio di raccolta differenziata l'amministrazione brancola nel buio”
Rifiuti, intensificati i controlli Rifiuti, intensificati i controlli La polizia locale ispeziona i sacchetti per risalire al responsabile dell’abbandono
Rifiuti abbandonati, 130 multe Rifiuti abbandonati, 130 multe Fotocamere immortalano i nemici del decoro urbano. Elevate sanzioni per 25mila euro
Nuovo sistema rifiuti, Comune concentrato su soluzione problemi Nuovo sistema rifiuti, Comune concentrato su soluzione problemi L’Amministrazione garantisce il ritiro dei rifiuti anche la domenica
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.