Incontro assessore Tragni e associazioni al Comune
Incontro assessore Tragni e associazioni al Comune
Enti locali

Rifiuti, i costi non cambiano e anche Tari invariata

Ai materani il servizio costa 12,3 milioni di euro

Non cambiano i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani e di conseguenza rimarrà invariata la Tari, tassa per i rifiuti urbani, che negli ultimi anni è stata oggetto di tante polemiche (soprattutto con le attività produttive).

I costi del servizio sono calcolati in base al Pef, il piano economico finanziario. Per l'anno 2019 resteranno sostanzialmente invariati rispetto all'anno scorso: 12,3 milioni di euro complessivi. Nel conto generale figurano anche le mensilità calcolate mettendo in preventivo l'avvio a maggio della raccolta differenziata, che consentirà un aumento consistente del livello di qualità del servizio. Il nuovo contratto, oltre alla raccolta e al conferimento in discarica dei rifiuti, prevede la pulizia delle caditoie e dei tombini, la derattizzazione e la disinfestazione oltre che il diserbo delle aree carrabili e dei marciapiedi.

Ai 12,3 milioni andranno sottratte economie, dovute all'ottimizzazione della gestione nel 2018, per circa 800mila euro che faranno scendere il costo da ripartire tra i cittadini con la Tari a poco più 11,5 milioni di euro.

Dal punto di vista tecnico, se non cambia il Pef (costi immutati) rimane stabile anche la Tari che si calcola proprio su questo piano economico finanziario. In questo modo per il 2019 la pressione fiscale per i materani resterà la stessa dell'anno scorso, considerando anche che sono state confermate le aliquote di addizionale Irpef, Imu e Tasi.

Il Pef ha superato il vaglio della commissione ambiente del consiglio comunale, presieduta da Antonio Iacovone. Per l'assessore all'ambiente Giuseppe Tragni confermare i costi e aumentare la qualità del servizio "è un risultato importante, conseguito grazie al lavoro dell'Amministrazione comunale che è riuscita a scongiurare l'aumento dei costi con una attenta gestione delle risorse".
  • Tari
  • Raccolta rifiuti
Altri contenuti a tema
Tari, De Bonis: “cattiva gestione rifiuti a Matera” Tari, De Bonis: “cattiva gestione rifiuti a Matera” “Non è giusto che a rimetterci siano i cittadini”- ha dichiarato il senatore ex Cinque Stelle
Problemi per i rifiuti, via libera agli ecocentri Problemi per i rifiuti, via libera agli ecocentri Il sindaco De Ruggieri firma l’ordinanza di apertura
Disservizi per i rifiuti, il Comune di Matera si difende Disservizi per i rifiuti, il Comune di Matera si difende Il centrodestra accusa l'amministrazione di provocare ritardi
Rifiuti a Matera e in provincia, sta per iniziare "rivoluzione" del porta-a-porta Rifiuti a Matera e in provincia, sta per iniziare "rivoluzione" del porta-a-porta Si parte con una campagna di comunicazione
Raccolta rifiuti, in attesa del passaggio di gestione Raccolta rifiuti, in attesa del passaggio di gestione Aggiornamento: serve ulteriore proroga sino all'8 dicembre
La raccolta differenziata porta a porta partirà il 31 ottobre La raccolta differenziata porta a porta partirà il 31 ottobre Matera ed altri Comuni hanno firmato il contratto con la ditta Cns di Bologna
Rifiuti Matera, Acito (FI) chiede commissariamento Rifiuti Matera, Acito (FI) chiede commissariamento Per il servizio di raccolta differenziata in città e provincia
Appalto raccolta rifiuti: a breve la firma Appalto raccolta rifiuti: a breve la firma Disco verde dei sindaci dell’Ambito per il contratto dopo l’esito negativo dei ricorsi
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.