Imprese - foto Ministero sviluppo economico
Imprese - foto Ministero sviluppo economico
Territorio

Salotto, forti rincari per materie prime di produzione

Grido di allarme dalle aziende del mobile imbottito: "Speculazione contro l'Italia"

L'assemblea delle aziende della Sezione Unital Legno-Arredamento di Confapi Matera, presieduta da Luca Colacicco, ha posto all'attenzione nazionale la situazione di estrema gravità in cui versa l'intero Distretto lucano e murgiano del mobile imbottito a causa dell'aumento esponenziale delle materie prime occorrenti per la produzione dei mobili imbottiti e dell'aumento del costo dei container, nonché a causa della difficoltà di reperimento di dette materie prime sui mercati internazionali.

In particolare, tra le materie prime soggette a rincaro, registriamo il poliuretano (+50%), il legno (da +45% a +200%), l'acciaio (+160%), gli imballaggi di cartone e di plastica (+25%), e la tendenza è ancora al rialzo. Inoltre, il costo dei container per il trasporto su nave è addirittura triplicato. All'aumento dei prezzi si aggiunge l'indisponibilità delle materie prime, sempre meno reperibili sui mercati.

"Da tutto ciò deriva la conseguenza che il mercato non regge questi prezzi" – ha sottolineato il presidente Colacicco nella nota inviata ai presidenti nazionali di Confapi, Maurizio Casasco, e di Unital, Riccardo Montesi. "Se il prezzo di un divano raddoppia i clienti non comprano più; il lavoro si sposta in Asia, dove si è fatta incetta di materie prime, e il Made in Italy deve cedere il passo alla concorrenza asiatica. Il rischio fondato è il blocco totale delle nostre aziende che, o non possono evadere gli ordini nei tempi contrattuali per mancanza di materie prime, oppure sono fuori mercato a causa dei prezzi elevati che sono costretti ad applicare".

"Se non saranno posti rimedi urgenti a questa situazione, entro poche settimane molte di queste aziende potrebbero chiudere per l'impossibilità di lavorare, pur avendo tanti ordini. Inoltre, è facile prevedere che questa "bolla" porterà a un rialzo del tasso d'inflazione, in quanto l'aumento delle materie prime riguarda tutti i settori, come ben sanno le imprese delle costruzioni".

"Questo improvviso aumento dei prezzi colpisce soprattutto l'Italia" – ha proseguito Luca Colacicco. "Altri Paesi infatti, come per esempio la Germania e la Francia, risentono in misura molto minore sia dell'aumento dei prezzi che della carenza di materiali. Riteniamo che sia in atto una speculazione verso il nostro Paese e nei confronti del comparto del mobile imbottito, una speculazione che riguarda tutte le materie prime ma soprattutto il legno, la gomma e i metalli".

"In questa situazione le imprese che appartengono a un mercato medio-alto (che per fortuna sono la maggioranza) vedranno ridurre di molto le proprie fette di mercato; quelle che appartengono a un mercato medio-basso saranno costrette a chiudere. Stando così le cose, a settembre le aziende faranno un ricorso massiccio alla cassa integrazione e a novembre alla mobilità, con un effetto domino disastroso per centinaia di imprese e migliaia di lavoratori".

"Riteniamo, dunque – ha concluso il presidente della Sezione Unital di Cbnfapi Matera - che il Governo italiano e l'Unione Europea debbano intervenire sia per rendere reperibili le materie prime, sia per calmierarne i prezzi. Altrettanto dicasi per l'aumento dei prezzi dei container per il trasporto delle merci. Azioni importanti potrebbero essere la riduzione dell'Iva oppure misure atte a scongiurare le chiusure aziendali, quindi il licenziamento di migliaia di dipendenti, attraverso la defiscalizzazione totale del costo del lavoro per 6 mesi per il settore del mobile imbottito".
  • Imprese
  • Distretto salotto
Altri contenuti a tema
Un dossier per il G20 Un dossier per il G20 Proposta del consorzio industriale di Matera per lanciare le migliori opportunità di business lucane
Basilicata, in arrivo i bonus per l'occupazione Basilicata, in arrivo i bonus per l'occupazione Incentivi alle imprese da parte della Regione
Progetto Hubout per spazio di lavoro condiviso, ci sono i vincitori Progetto Hubout per spazio di lavoro condiviso, ci sono i vincitori Per loro un percorso di educazione imprenditoriale presso l’Hub San Rocco
Mobile imbottito, materie prime arrivano a rilento Mobile imbottito, materie prime arrivano a rilento A causa dell'impennata dei prezzi. Manca soprattutto il poliuretano
Confapi: grido d’allarme delle aziende del mobile imbottito Confapi: grido d’allarme delle aziende del mobile imbottito Le imprese lamentano impossibilità ad evadere gli ordini per mancanza di materie prime
Emergenza economia, in autunno si teme onda d'urto Emergenza economia, in autunno si teme onda d'urto Per lo tsunami coronavirus. Appello di imprese e sindacati alla Regione: "Fare presto"
Settore legno e arredo, duro colpo da crisi Covid19 Settore legno e arredo, duro colpo da crisi Covid19 I dati della Confartigianato sono preoccupanti per il calo della domanda
Basilicata: riaprono negozi, bar e parrucchieri Basilicata: riaprono negozi, bar e parrucchieri In vigore la nuova ordinanza del presidente Bardi
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.