Consiglio Comunale
Consiglio Comunale
Politica

Strisce blu, qualche schiarita ma nessuna soluzione

Il Consiglio comunale ha risposto solo in parte a tante altre interrogazioni. Continua la querelle tra il sindaco e Paterino

Un Consiglio comunale ricco di interrogazioni da parte dei consiglieri e poca concretezza quello di ieri.

Spazio ai grattini dei parcheggi scaduti e alle strisce blu (interrogazioni presentate dal consigliere d'opposizione Augusto Toto), senza una soluzione adeguata. Si resta in attesa, anche se il segretario del Consiglio, che ha risposto all'interrogazione per via dell'assenza dell'assessore al ramo, Sergio Cappella, ha spiegato che si sta procedendo a valutare la scelta di Torino, che ha portato l'ora dai canonici 60' ai 75', dando un quarto d'ora di "respiro" agli utenti.

Si attende ancora la realizzazione del Bando di gara per l'assegnazione definitiva degli stalli, ma nel frattempo Toto ha sottolineato come non sia stata rispettata la mozione d'indirizzo che il Consiglio comunale aveva approvato nei mesi scorsi.

Per quel che riguarda il "Programma di interventi di edilizia residenziale finanziate dalla L. 179/92", ancora una mozione presentata dal consigliere Augusto Toto, l'assessore al ramo, Ina Macaione, ha risposto che l'azienda è ferma perchè non ha a disposizione gli esecutivi per continuare con la realizzazione delle opere e che, quindi, è inutile anche procedere alla realizzazione dei Bandi per le assegnazione degli stessi alloggi fino a quando non saranno pronti.

Tra le altre interrogazioni, come quelle su via Nino Rota e la pista ciclabile annessa all'area camper, presentate entrambe dal consigliere Adriano Pedicini, l'assessore Nico Trombetta ha provato a gettare acqua sul fuoco, parlando dell'incontro con l'associazione camperisti. Resta il dubbio, in Pedicini se l'associazione camperisti sia al corrente delle pendenze in quel punto della città.

Infine, torna la querelle tra il sindaco, Salvatore Adduce e Michele Paterino, il consigliere di maggioranza che, nei giorni scorsi, aveva sottolineato la presenza di alte cifre a disposizione del Comune provenienti da vecchi mutui contratti con la Casse Depositi e Prestiti e ancora giacenti li, senza essere utilizzati. Si parla di circa 132 mila euro solo rivenienti degli anni '80. Il sindaco ha spiegato che saranno effettuate le dovute verifiche, anche se, queste verifiche, come lo stesso Paterino ha sottolineato, bisogna farle spesso per recuperare fondi, soprattutto in un periodo difficile come questo.

Il prossimo Consiglio comunale, nel quale si parlerà dell'approvazione del bilancio, è fissato per martedì 27 maggio 2014 in prima convocazione.
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.