Conferenza stampa Tari e Tasi. <span>Foto Vittoria Scasciamacchia</span>
Conferenza stampa Tari e Tasi. Foto Vittoria Scasciamacchia
Politica

Tari e Tasi, botta e risposta tra Quintano e Miolla

In attesa che il Tar ponga fine alla vicenda

L'assessore comunale al bilancio, Eustachio Quintano, interviene sulla questione Tari e Tasi. L'assessore, in particolare, risponde alla nota del coordinatore cittadino di Sel, Giuseppe Miolla, il quale ha diffuso un modello di richiesta di rimborso al Comune di Matera ipotizzando che il Tar Basilicata dichiarerà illeggittime le delibere fiscali dello stesso.

Miolla è giunto a questa conclusione in seguito ad un articolo del quotidiano "Il Sole 24 Ore" dell'11 Marzo scorso in cui viene evidenziato come molti Tribunali Amministrativi Regionali abbiano dichiarato illegittime le delibere fiscali adottate dai Comuni in ritardo sulle aliquote tasi e tari.

"La vicenda interessa direttamente il Comune di Matera, i cittadini e le imprese contribuenti che hanno dovuto versare un importo maggiore a seguito delle delibere di aumento - ha dichiarato il coordinatore nei giorni scorsi - La questione, già nota in quanto oggetto di diversi consigli comunali e proteste da parte di cittadini e commercianti, è stata sottovalutata dall'attuale amministrazione che ha urlato al complotto e ha rassicurato in ordine alla correttezza dell'operato.

E' evidente che, cosi come era stato denunciato in occasione di una Conferenza stampa del centro-sinistra, l'attuale amministrazione ha illegittimamente aumentato le aliquote ed altrettanto "contra legem" ha incassato le somme dai cittadini e dalle imprese. Alla luce delle numerose pronunce dei Giudici amministrativi, tra le più recenti ed importanti si segnalano due sentenze del Tar Salerno che si è mostrato particolarmente intransigente ritenendo, per un verso, irrilevante la minore entità delle tariffe Tari rispetto al 2014 (sentenza 239/2016) e, per altro verso, non giustificabile il ritardo neppure per via dell'esigenza dell'ente di garantire il mantenimento degli equilibri di bilancio, non essendo possibile superare la «rigida previsione normativa in ordine al rispetto del termine decadenziale e perentorio» (sentenza 249/2016).

Sebbene il TAR Basilicata non abbia ancora deciso il giudizio relativo alle delibere del Comune di Matera, riteniamo che dichiarerà l'illegittimità dei provvedimenti di aumento e per tale motivo chiediamo al Comune di Matera di adottare gli atti necessari per il ripristino delle aliquote precedenti e il rimborso di quanto versato in eccedenza rispetto al dovuto".

Immediata la reazione dell'assessore Quintano che questa mattina ha diffuso un comunicato in cui dichiara: "In Inghilterra esiste il common law, ma in Italia non ne siamo ancora provvisti e questo dovrebbe essere un passaggio conosciuto dal coordinatore cittadino di Sel, Giuseppe Miolla per evidenti motivi professionali".

"Evitando commenti su opinioni del tutto personali dell'esponente di Sel – spiega Quintano – circa il fatto che l'amministrazione comunale abbia sottovalutato la vicenda ed entrando, invece, nel merito della questione giova chiarire che proprio la sentenza del Tar di Salerno nei confronti del Comune di Contursi terme, apre uno spiraglio all'operato dell'amministrazione comunale di Matera che con la successiva delibera consiliare dell'ottobre 2015 evidenziava tutti gli elementi utili per la convalida. Chiedere all'amministrazione comunale di adottare gli atti necessari per il ripristino delle aliquote precedenti prima ancora dell'emissione di una sentenza, ci sembra per usare un eufemismo, alquanto inopportuno a meno che egli non sia in possesso di elementi sul provvedimento che sarà adottato. Invitare la comunità a presentare domanda di rimborso, in questa fase – precisa ancora l'assessore – assume un valore superfluo e inefficace in mancanza di un atto che lo giustifichi".
  • Tasi
  • Tari
  • Eustachio Quintano
  • Giuseppe Miolla
  • Sel
Altri contenuti a tema
Rifiuti, i costi non cambiano e anche Tari invariata Rifiuti, i costi non cambiano e anche Tari invariata Ai materani il servizio costa 12,3 milioni di euro
Confapi e Cna, sulla Tari urge incontro al Comune Confapi e Cna, sulla Tari urge incontro al Comune Tributo troppo penalizzante per le imprese che chiedono un tavolo di confronto
Domande per dilazione della Tari, c’è tempo fino al 31 marzo Domande per dilazione della Tari, c’è tempo fino al 31 marzo Si può chiedere di suddividere i pagamenti del tributo per il 2018
Parcheggi a pagamento, a breve il nuovo bando di gara Parcheggi a pagamento, a breve il nuovo bando di gara Annuncio della giunta durante il consiglio comunale. Approvata anche una mozione su orari per diffusione musica
TARI, FEDERCONSUMATORI BASILICATA CHIEDE INCONTRO ALL'ANCI TARI, FEDERCONSUMATORI BASILICATA CHIEDE INCONTRO ALL'ANCI Numerose le richieste di supporto dei cittadini circa la quota variabile Tari, che illegittimamente è stata applicata anche alle pertinenze delle utenze domestiche
1 L'Ambasciatore neozelandese Patrick Rata a Matera L'Ambasciatore neozelandese Patrick Rata a Matera Tornerà in città per un’altra visita e per approfondire la conoscenza dei luoghi
L’assessore Quintano su debiti fuori bilancio, PEF, tariffe Tari L’assessore Quintano su debiti fuori bilancio, PEF, tariffe Tari “Rispediamo al mittente gli inutili allarmismi”
Prossima seduta del Consiglio comunale. L’assessore al Bilancio Quintano Prossima seduta del Consiglio comunale. L’assessore al Bilancio Quintano “Seduta di grande importanza, dalle tariffe tari ai debiti fuori bilancio”
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.