Consiglio direttivo Confapi
Consiglio direttivo Confapi
Associazioni

Vito Gaudiano nuovo direttore Confapi

Subentra a Franco Stella prematuramente scomparso

La Confapi di Matera ha un nuovo direttore. Il consiglio direttivo dell'associazione che riunisce le piccole e medie imprese della provincia di Matera ha deciso di nominare il 56enne materano Vito Gaudiano quale direttore del sodalizio.

Gaudiano, imprenditore operante nel settore delle comunicazioni satellitari, era stato già vicedirettore della Confapi, con una lunga esperienza di amministrazione avendo ricoperto anche altri incarichi come direttore del Parco Scientifico e Tecnologico Basentech e, negli anni '90, in qualità di assessore alle Attività produttive nella giunta comunale del sindaco Mario Manfredi.

Gaudiano avrà il difficile compito di sostituire il compianto Franco Stella, prematuramente scomparso qualche settimana fa. Per onorare la memoria di Franco Stella, che per circa 40 anni aveva ricoperto il ruolo di direttore, il consiglio direttivo ha tenuto un minuto di silenzio e ha deciso di intitolare la sala riunioni allo storico direttore della Confapi.

La nomina del nuovo direttore -assicurano dai vertici dell'associazione- è nel segno della continuità. Infatti- spiega il presidente della Confapi, Massimo De Salvo- "Forte di un gruppo coeso e di una struttura di primo livello l'Associazione garantirà agli associati la continuità del lavoro svolto in 40 anni dal Direttore Franco Stella, per cui ci muoveremo nel solco da lui egregiamente tracciato e che ha portato Confapi Matera a essere la prima associazione imprenditoriale in Basilicata, con oltre 650 imprese per circa 15.000 dipendenti".

Per questo la scelta non poteva che cadere su Gaudiano che- continua De Salvo- "grazie alla sua esperienza di vita associativa e alle sue capacità manageriali, ci è sembrata quella più in linea con la continuità di cui parlavo. Gaudiano, del resto, è nato e cresciuto professionalmente proprio con Franco Stella negli anni '80 e '90, quando l'Associazione si sviluppava e si posizionava nel panorama istituzionale".

Il direttivo dell'associazione nella circostanza ha anche approvato il bilancio di rendicontazione del 2018, nonché quello di previsione dell'anno in corso, tracciando le linee guida per il 2019 e le tappe di avvicinamento all'assemblea per il rinnovo delle cariche associative.
  • Confapi Matera
Altri contenuti a tema
Confapi Matera, Papapietro nuovo presidente dei Giovani Imprenditori Confapi Matera, Papapietro nuovo presidente dei Giovani Imprenditori Subentra a Francesco Ramundo
Ferrosud, riprende il dialogo tra azienda e sindacati Ferrosud, riprende il dialogo tra azienda e sindacati Incontro tra le parti presso la Confapi. Obiettivo comune: il rilancio dello stabilimento
La Confapi di Matera ospita il CdA del Fasdapi La Confapi di Matera ospita il CdA del Fasdapi Fondo di assistenza e solidarietà per dirigenti e quadri superiori della piccola e media industria
Lavori Pubblici, imprese e Comune a confronto Lavori Pubblici, imprese e Comune a confronto Incontro alla Confapi con l'assessore Trombetta
Vertice Confapi-sindacati sullo sviluppo del territorio Vertice Confapi-sindacati sullo sviluppo del territorio Un incontro per discutere dei problemi per la crescita economica del Materano
Zes Jonica: le imprese hanno grandi aspettative Zes Jonica: le imprese hanno grandi aspettative Confapi, Cna e Confindustria chiedono un tavolo di concertazione alla Regione
Fucina Madre, Confapi e CNA sollecitano la seconda edizione Fucina Madre, Confapi e CNA sollecitano la seconda edizione Non si abbandoni l’esposizione dell’artigianato artistico lucano
Bando sui beni culturali e turistici, la Regione concede la proroga Bando sui beni culturali e turistici, la Regione concede la proroga La soddisfazione di Confapi Matera e Cna Matera
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.