Cineteatro Comunale Guerrieri
Cineteatro Comunale Guerrieri
Eventi e cultura

Anteprima di apertura per il Cineteatro Comunale

Domenica e lunedì riapre la struttura, ora intitolata allo sceneggiatore Gerardo Guerrieri

L'inaugurazione ufficiale avverrà solo più in là. Per adesso il cineteatro intitolato alla memoria del noto sceneggiatore Gerardo Guerrieri verrà momentaneamente riaperto domenica 7 e lunedì 8 aprile.

Infatti, eccezionalmente la struttura ospiterà il convegno per la celebrazione del sessantesimo anniversario della fondazione del Circolo culturale La Scaletta e la manifestazione Microsoft Edu Day, giunta alla sua quarta edizione. Una iniziativa, quest'ultima, sorta per aggiornare il dibattito intorno alle nuove frontiere della didattica attraverso le nuove tecnologie, e che rientra nell'ambito del progetto Ambizione Italia, una attività promossa da Microsoft con la finalità di collaborare alla trasformazione digitale della penisola italiana.

Un dibattito che si svolgerà proprio nel ristrutturato cineteatro che l'amministrazione comunale di Matera ha inteso dedicare a Gerardo Guerrieri, illustre regista e sceneggiatore materano scomparso nel 1986 che nell'arco della sua carriera ha collaborato con i più grandi nomi del cinema italiano, da De Sica a Zavattini, da Flaiano ad Antonioni, da Fellini a Visconti. Le opere di riqualificazione del rinato contenitore culturale non sono ancora del tutto ultimate, ma poco ci manca. Ancora pochi dettagli da mettere a posto per una struttura che apparirà in una nuova veste, molto diversa dal passato.

"Il progetto architettonico è stato ispirato dall'obiettivo di aprire la struttura a Piazza Vittorio Veneto, spostando l'ingresso principale dalla defilata porta secondaria, al vecchio ingresso monumentale centrale e di conseguenza arretrando, verso la platea, la quinta posizionata al centro della grande arcata, eliminando una fila di poltrone ma allargando lo spazio a disposizione del nuovo foyer."- spiegano da Palazzo di Città.

Non solo ma "la nuova posizione baricentrica del banco biglietteria permetterà di distribuire meglio il flusso delle persone, non privilegiando nessuna direzione ma valorizzando l'elegante atrio di ingresso posto al centro della struttura"- continuano nella spiegazione i tecnici comunali.

Servizi igienici, bar, camerini e stanze annesse sono rimaste pressoché invariate, anche se completamente ristrutturate, mentre il palcoscenico ha subito delle modifiche: un nuovo graticcio in lamiera di acciaio zincata; una nuova pavimentazione in legno; il sipario previsto ad apertura e chiusura motorizzata mediante una trave reticolare; la posa in opera di primo arlecchino fisso; solo per citare alcune delle accortezze e delle novità tecniche apportate alla struttura.

Insomma, a breve la città dei Sassi potrà avvalersi di un nuovo ed importante contenitore culturale dedicato alla memoria di un grande uomo di cultura materano come Gerardo Guerrieri.
  • Cinema comunale
Altri contenuti a tema
Cineteatro riconsegnato con un anno e mezzo di ritardo Cineteatro riconsegnato con un anno e mezzo di ritardo Il Comune si giustifica: "Lavori più complessi del previsto". E del "Kennedy" non se ne sa più nulla
Cercasi un tetto per gli spettacoli, i contenitori ancora mancano Cercasi un tetto per gli spettacoli, i contenitori ancora mancano Non riapre ancora il cinema Comunale. Il vecchio "Duni" all'asta a marzo
Nei prossimi giorni l’inizio dei lavori di adeguamento del cinema comunale Nei prossimi giorni l’inizio dei lavori di adeguamento del cinema comunale €390.791,25 per effettuare gli interventi di adeguamento
Fsc, affidati incarichi per riqualificazione della città Fsc, affidati incarichi per riqualificazione della città Cinema Comunale, ascensori nei Sassi e Museo Demoetnoantropologico
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.