legge
legge "Codice Rosso"
Vita di città

Appello Centro antiviolenza a firmare per legge “Codice Rosso”

Una petizione parte dalla città dei Sassi per firmare per accelerare le norme sulla violenza di genere

L'appello è del Cai-Centro Antiviolenza italiano di Matera. Un invito a sottoscrivere la petizione che acceleri l'approvazione della legge "Codice Rosso". Parte significativamente dalla città dei Sassi, capitale europea della cultura, chiedendo proprio di spingere per una legge che determini un cambiamento culturale nell'approccio ai problemi che riguardano la violenza su donne e minori.

L'obiettivo della petizione è sensibilizzare la comunità affinché il disegno di legge, già approvato in consiglio dei ministri dell'autunno scorso, diventi legge a tutti gli effetti. Una legge importantissima per combattere la violenza di genere.

Un invito a sottoscrivere la petizione su change.org - spiega il presidente del Cai di Matera, Ivana Giudice - che ha un'enorme valenza visto che i reati contemplati nel decreto sono molteplici e vanno dalla violenza sessuale aggravata e non, gli atti sessuali con minori; dalla violenza sessuale di gruppo allo stalking; dai maltrattamenti contro familiari e conviventi alla corruzione di minori, solo per citarne alcuni.

Insomma, un provvedimento dall'enorme portata, se si considera anche le novità previste che riguardano la formazione del personale sulla specificità dei reati su donne e minori; o ancora sugli aspetti tecnici che cambiano la sostanza dell'intervento della legge, come ad esempio il dovere dei giudici di ascoltare le vittime entro tre giorni e l'introduzione dell' obbligo per la Polizia Giudiziaria "di dare priorità alle indagini, a prescindere da qualsiasi valutazione discrezionale del requisito dell'urgenza".

Una legge che potrebbe rappresentare una vera svolta in materia di contrasto alla violenza su donne e minori.

Ecco perché è necessario firmare la petizione- conclude l'avvocato Ivana Giudice- per superare una legislazione attualmente lacunosa e affrontare il fenomeno sempre più dilagante della violenza su donne e bambini con strumenti più idonei.
  • Violenza
  • violenza di genere
Altri contenuti a tema
Picchia e minaccia la moglie, arrestato un 38enne Picchia e minaccia la moglie, arrestato un 38enne Intervento dei Carabinieri in un'abitazione di Matera
Botte e violenze psicologiche alla convivente, arrestato Botte e violenze psicologiche alla convivente, arrestato Un 44enne di Matera finisce ai domiciliari
Botte alla convivente ed al figlio, 38enne in manette Botte alla convivente ed al figlio, 38enne in manette Materano arrestato dalla Polizia
Contro la violenza di genere, nasce a Matera “Rete donna” Contro la violenza di genere, nasce a Matera “Rete donna” Istituzioni ed associazioni per prevenire e contrastare il fenomeno
Violenza contro le donne, il Comune rafforzerà l'assistenza Violenza contro le donne, il Comune rafforzerà l'assistenza Con uno sportello di ascolto e una casa rifugio per le vittime
Femminicidi, a Matera il lancio di una campagna antiviolenza Femminicidi, a Matera il lancio di una campagna antiviolenza In concomitanza con la Giornata mondiale a tutela delle donne
Violenza nei confronti dell’ex moglie: arrestato 49enne a Matera Violenza nei confronti dell’ex moglie: arrestato 49enne a Matera Immediato l’intervento della Polizia contattata dai passanti che hanno assistito alla scena
Alla Basilicata 300 mila euro per azioni contro violenza di genere Alla Basilicata 300 mila euro per azioni contro violenza di genere Il fine è potenziare il sostegno e l'assistenza delle donne vittime di soprusi
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.